menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ignazio Cutrò

Ignazio Cutrò

Operazione "Aliscianniri", Cutrò: "Insieme si può vincere la mafia"

Intervento di Ignazio Cutrò, il testimone di giustizia di Bivona, a seguito dell'operazione coordinata dai magistrati della Dda di Palermo ed eseguita dai carabinieri, che hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare per mafia nella bassa quisquina

 

"Ecco che lo Stato continua ad affermare le proprie intenzioni nell'abbattere i poteri criminali". A dirlo è Ignazio Cutrò, il testimone di giustizia di Bivona, a seguito dell'operazione di questa notte, coordinata dai magistrati della Dda di Palermo ed eseguita dai carabinieri della Compagnia di Cammarata e del Reparto operativo di Agrigento che hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare per mafia nella bassa quisquina, destinata a quattro presunti appartenenti alla famiglia mafiosa di Alessandria della Rocca.
 
Cutrò lancia anche un appello a nome dell'associazione antiracket "Libere Terre", che lo stesso presiede: "Agli imprenditori e alle persone informate sui fatti, chiedo di abbattere il muro dell'omertà e denunciare tutto alle forze dell'ordine, come ho fatto io e come ha fatto tanta altra gente per bene. L'unione fa la forza, insieme possiamo vincere la mafia".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento