L'Open Arms a Lampedusa, Trenta sfida il collega Salvini: nessun divieto di ingresso firmato

Secondo quanto si apprende dalle fonti del Viminale il ministro della Difesa avrebbe ordinato “alle navi della Marina militare di scortare verso il nostro Paese l’imbarcazione spagnola”

La nave Open Arms si trova davanti Lampedusa. L’imbarcazione solidale è nella zona di Cala Francese a poche centinaia di metri dall’entrata del porto. Le condizioni del mare non sono buone, stando alle previsioni potrebbero ancora una volta peggiorare. A monitorare la nave solidale diverse motovedette della Guardia di finanza e della Capitaneria di porto.

Open Arms, il ministro Salvini firma un nuovo divieto di ingresso nelle acque territoriali italiane

Intanto, il ministro della Difesa Elisabetta Trenta non ha firmato il nuovo divieto d’ingresso nelle acque territoriali, sfidando Matteo Salvini. Secondo quanto si apprende dalle fonti del Viminale Trenta avrebbe ordinato “alle navi della Marina militare di scortare verso il nostro Paese l’imbarcazione spagnola”.

La ong si trova davanti l’isola, a bordo 147 migranti. “Con il decreto Salvini sospeso, siamo nelle acque italiane con il permesso – fanno sapere dalla Open Arms. Ancora nessun porto, ma la fine di questo incubo è più vicina. L'umanità deve prevalere nel frattempo”. Soltanto ieri il Tar del lazio ha accolto il ricorso di Open Arms, sospendendo il divieto di ingresso in acque italiane.

Alle 23,46 di ieri il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha firmato un nuovo divieto di ingresso nelle acque territoriali italiane per la Open Arms che, al momento, si trova quasi al confine delle acque territoriali italiane. E' previsto, infatti, domani mattina l'arrivo a Lampedusa della nave della ong spagnola che era ferma in mare da 13 giorni. A sospendere il divieto di ingresso nelle acque italiane è stato il Tar del Lazio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Su Facebook il ministro Matteo Salvini scrive così: "Il Ministro della Difesa non ha firmato il divieto di sbarco. Umanità non significa aiutare trafficanti e Ong. È grazie a questo presunto concetto di 'umanità' che negli anni dei governi Pd l’Italia è diventata il campo profughi d’Europa. Per me umanità significa investire seriamente in Africa, non certo aprire i porti italiani. Sul divieto di sbarco alla Open Arms siamo soli contro tutti. Contro Ong, tribunali, Europa e ministri impauriti. E col PD al governo, immigrazione di massa e Ius Soli tornerebbero realtà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento