rotate-mobile
Gli accertamenti / Racalmuto

Quando i coniugi Sedita sono stati trucidati a colpi di mannaia? Conclusa nella notte l'autopsia

L'esame è stato effettuato dal medico legale Cataldo Raffino che, nella tarda mattinata di ieri, era stato nominato dalla Procura

E' stata conclusa poco prima di mezzanotte l'autopsia, effettuata dal medico legale Cataldo Raffino che è stato nominato dalla Procura, su Giuseppe Sedita, di 66 anni, e la moglie Rosa Sardo, di 62, di Racalmuto. 

L'esame autoptico dovrà chiarire, in particolar modo, la fascia oraria in cui si è consumato il duplice omicidio. Pare che Salvatore Sedita, il 34enne, figlio della coppia che è stato fermato in quanto indiziato di delitto, abbia riferito d'aver trovato i genitori poco prima dell'orario di pranzo di lunedì. Ma una delle figlie di Giuseppe e Rosa pare - nessuno degli investigatori, né gli inquirenti hanno lasciato trapelare indiscrezioni - che avesse sentito telefonicamente la mamma poco prima di cena di lunedì. I risultati dell'autopsia saranno dunque determinanti per mettere dei punti fermi proprio su questo dato di fatto. Nelle prossime ore, la Procura dissequestrerà le salme dei coniugi Sedita e, a Racalmuto, potranno essere fatti i funerali. Il sindaco del paese, Vincenzo Maniglia, già subito dopo il ritrovamento dei corpi trucidati aveva annunciato che, in paese, sarà lutto cittadino. 

“Volevamo buttarmi fuori da casa, così ho massacrato i miei genitori”: confessione schock di Sedita

Marito e moglie trucidati, l'inchiesta: rilevata una impronta sulla mannaia da macellaio

Salvatore Sedita, ieri mattina, è stato interrogato dal giudice per le indagini preliminari di Agrigento Francesco Provenzano.  L’indagato, assistito dal suo difensore, l’avvocato Ninni Giardina, già nell’immediatezza dei fatti, in occasione dell’interrogatorio fatto alla caserma dei carabinieri di Racalmuto dal pubblico ministero Gloria Andreoli, aveva risposto alle domande e dato una versione dei fatti sconnessa e delirante. Ieri ha fatto invece un racconto dell'orrore, raccontando come ha colpito ed ucciso i genitori. Il procuratore capo facente funzione, Salvatore Vella, ha chiesto un incidente probatorio per accertare in contraddittorio le condizioni psichiatriche del ragazzo che, secondo quanto rappresentato dal suo difensore, era in cura già da diversi anni per problematiche psichiatriche. 

Il gip deciderà nelle prossime ore sulla richiesta di convalida del fermo e sulla misura da applicare. Sia la procura che la difesa chiedono che venga collocato in un reparto di psichiatria.

L'inchiesta sui coniugi trucidati con la mannaia, il Ris ha repertato tracce biologiche: serviranno anche per colmare i "buchi" nel racconto dell'indagato

Il duplice omicidio di Racalmuto: i vestiti e le scarpe insanguinati del fermato erano gettati alla rinfusa nella sua stanza

 Il duplice omicidio di Racalmuto: sequestrata una mannaia da macellaio e c'è il fermo di indiziato di delitto per il figlio

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando i coniugi Sedita sono stati trucidati a colpi di mannaia? Conclusa nella notte l'autopsia

AgrigentoNotizie è in caricamento