menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La vittima Giuseppe Mattina

La vittima Giuseppe Mattina

L'omicidio di San Benedetto, eseguita l'autopsia: si cerca il riscontro ai racconti di Riggio

L'esame dovrà stabilire quante siano state le coltellate inferte all'addome del quarantunenne e, laddove possibile, dovrà cercare di appurare se davvero o meno le gambe della vittima siano state legate con nastro adesivo dopo che l'uomo era stato già ucciso

L'autopsia, disposta dal sostituto procuratore Matteo Delpini, è stata eseguita. L'anatomopatologo dell'università di Catania consegnerà la propria relazione - sull'ispezione fatta sul cadavere di Giuseppe Mattina, 41 anni, venditore di auto, di Favara - entro 40 giorni. All'esame hanno assistito naturalmente i consulenti tecnici di parte, sia per l'indagato: Giovanni Riggio, 27 anni, di Palermo che è in carcere, sia per la vittima. 

L'esame autoptico dovrà confermare l'orario dell'omicidio. Secondo l'indagato, reo confesso, è avvenuto alle 20,30 circa di venerdì. Dovrà stabilire quante siano state le coltellate inferte all'addome del quarantunenne. Ed emergerebbe, a tal riguardo, che il ventisettenne si sarebbe scagliato ripetutamente, con crudeltà, sul favarese. E laddove possibile dovrà cercare di appurare se davvero o meno le gambe della vittima siano state legate con nastro adesivo dopo che l'uomo era stato già ucciso. 

L'esame servirà, naturalmente, anche a fare da riscontro sulle dichiarazioni rese dall'assassino reo confesso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento