menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'indagato Salvatore Italiano

L'indagato Salvatore Italiano

L'omicidio nella struttura per anziani, disposta la perizia sull'indagato

Il giudice del tribunale di Sciacca Antonino Cucinella ha ordinato l'esame per per stabilire la capacità di intendere e di volere dell'indagato

Disposta la perizia per stabilire la capacità di intendere e di volere di Salvatore Italiano, il sessantaduenne di Ribera accusato dell'omicidio del settantacinquenne concittadino Gaetano La Corte. Lo ha fatto il giudice del tribunale di Sciacca Antonino Cucinella dopo avere convalidato il fermo a carico diell'indagato. Gaetano La Corte sarebbe stato strangolato da Italiano all'interno di una struttura per anziani con disabilità psichica. L'autopsia, eseguita dal medico legale Antonella Argo, dell'istituto di Medicina legale di Palermo, avrebbe confermato quanto emerso dall'ispezione cadaverica. La morte sarebbe avvenuta per arresto cardio-respiratorio.

"Strangolato per piccoli attriti pregressi", 62enne portato in carcere

Salvatore Italiano ha confessato dinanzi al sostituto procuratore della Repubblica di Sciacca Roberta Griffo che lo ha interrogato dopo che i carabinieri lo hanno rintracciato. Nell'udienza di convalida del fermo, dinanzi al giudice Antonino Cucinella, invece, si è avvalso della facoltà di non rispondere. La richiesta della perizia è stata avanzata al giudice dal difensore di Italiano, l'avvocato Giovanni Di Caro.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, l'indagato avrebbe strangolato La Corte per piccoli attriti pregressi, forse per uno sguardo prolungato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento