Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca Favara

Omicidio Ferraro, ritrovata l'auto usata dai killer: la Y10 è stata devastata dalle fiamme

A ritrovare la "carcassa" sono stati i poliziotti e subito, nelle campagne fra Licata e Palma di Montechiaro, si sono precipitati gli agenti della Squadra Mobile e quelli della sezione Scientifica

I poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Agrigento la cercavano – con perlustrazioni e decine e decine di perquisizioni – dallo scorso giovedì pomeriggio, da dopo l’omicidio di Emanuele Ferraro, 41 anni di Favara. Da via Diaz, a poche centinaia di metri di distanza dalla chiesa Madre di Favara, era stata vista allontanarsi, e in maniera repentina, una vecchia Y10.

Eseguita l'autopsia: il killer ha sparato da circa 3 metri 

Una utilitaria a bordo della quale vi sarebbero state due persone: il conducente ed il killer. Macchina che è stata ritrovata ieri, poco prima di mezzogiorno, nelle campagne fra Licata e Palma di Montechiaro. Y10 completamente devastata dal fuoco. Un incendio, però, che, nel momento in cui è stata ritrovata la macchina, è risultato essere ormai spento. A ritrovare la carcassa sono stati i poliziotti e subito, nelle campagne fra Licata e Palma di Montechiaro, si sono precipitati gli agenti della Squadra Mobile, che sono coordinati dal dirigente Giovanni Minardi, e quelli della sezione Scientifica.

La pistola usata dal killer si è inceppata 

Sono stati effettuati tutti gli accertamenti e i rilievi ritenuti utili alle indagini, un’inchiesta – quella sull’omicidio del quarantunenne favarese – che viene coordinata, dopo che il fascicolo è stato trasmesso dalla Procura della Repubblica di Agrigento, dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo. Fitto il riserbo degli investigatori.

La polizia ricorre all'esame dello "Stub"

Ieri, naturalmente, sembrava scontato che poliziotti e magistrati della Dda si ponessero una serie di interrogativi: come e quando è arrivata quell’autovettura nelle campagne fra Palma di Montechiaro e Licata? Difficile ipotizzare che la Y10 abbia seguito, per giungere fino al posto dove è stata incendiata, percorsi usuali: quale la statale 115. Verosimile, invece, l’idea che possa essere stata spostata – magari durante le ore notturne – lungo strade provinciali o meglio ancora interpoderali. Naturalmente, laddove possibile, spetterà ai poliziotti della Squadra Mobile fare chiarezza anche su questi “dettagli”. Gli investigatori, né nella giornata di ieri, né tanto meno in quelli precedenti, si lasciavano sfuggire se e dove la Y10 sia stata rubata. L’inchiesta è troppo delicata, del resto, per consentire indiscrezioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Ferraro, ritrovata l'auto usata dai killer: la Y10 è stata devastata dalle fiamme
AgrigentoNotizie è in caricamento