Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Via dello Sport

Notte di sangue a Porto Empedocle, padre uccide figlio con una coltellata

Pietrino Falzone, pescatore empedoclino, è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di omicidio. Il figlio Marco, 20 anni, è morto in ospedale poco dopo l'aggressione, avvenuta nella loro casa ai "Grandi lavori"

La vittima, Marco Falzone, e il luogo della tragedia

Un pescatore di Porto Empedocle, Pietrino Falzone, è stato arrestato questa notte dai carabinieri dopo aver ucciso il figlio Marco, 20 anni, con una coltellata. L'omicidio è avvenuto nell'abitazione dove i due vivevano, nel quartiere "Grandi lavori" di Porto Empedocle

Secondo quanto finora ricostruito dai militari del Nucleo operativo della Compagnia di Agrigento, l'uomo - sembrerebbe per futili motivi - avrebbe colpito il figlio una coltellata al torace al culmine di un'animata discussione. 

In casa si trovava anche la moglie del Falzone, madre della vittima, che ha avvertito un'ambulanza del 118. I sanitari hanno trasportato d'urgenza il giovane al pronto soccorso dell'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento, dove però il 20enne è morto poco dopo.

Pietrino Falzone, difeso dagli avvocati Daniele Re e Nicola Grillo, si trova adesso in arresto con l'ipotesi di reato di omicidio. Ad indagare sulla vicenda - sotto il coordinamento del sostituto procuratore della Repubblica di Agrigento, Alessandro Macaluso - sono i carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Agrigento, comandati dal capitano Giuseppe Asti e dal tenente Nicolò Morandi, e quelli della Stazione di Porto Empedocle.

+++ AGGIORNAMENTO: PIETRINO FALZONE AL PM: "NON VOLEVO UCCIDERLO". VECCHI DISSIDI DIETRO L'OMICIDIO: I DETTAGLI +++

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte di sangue a Porto Empedocle, padre uccide figlio con una coltellata

AgrigentoNotizie è in caricamento