Omicidio a Favara, operaio ucciso in strada con 2 colpi di pistola

La vittima è Carmelo Ciffa, empedoclino di 42 anni. L'agguato in via Vittorio Veneto. Strazianti le scene di dolore dei familiari. La salma è stata portata via al termine dei rilievi eseguiti dalla Scientifica dei carabinieri

I rilievi eseguiti dai carabinieri sul luogo del delitto

Sul luogo del delitto, in via Vittorio Veneto, sono arrivati i familiari di Carmelo Ciffa, l'operaio empedoclino di 42 anni, assassinato a colpi di pistola intorno alle 13 di oggi, mentre stava eseguendo la manutenzione di una palma. Strazianti le scene di dolore alle quali hanno assistito le centinaia di persone assiepiate a pochi metri dal cadavere dell'uomo. I parenti dell'operaio, una volta raggiunta la zona, non hanno potuto trattenere le lacrime e le urla di dolore. Ovviamente non potranno avvicinarsi alla salma fino a quando i rilievi della scientifica non saranno stati ultimati.

Man mano che trascorrono i minuti emergono nuovi dettagli sull'omicidio.  

Secondo i primi rilievi, eseguiti dalla Scientifica dei carabinieri della compagnia di Agrigento, sull'auto della vittima, una Fiat Panda vecchio tipo, sarebbero stati ritrovati degli schizzi di sangue. Ciò malgrado il mezzo si trovasse ad almeno cinque metri di distanza dal luogo in cui stava lavorando Carmelo Ciffa. Schizzi di sangue sono stati rinvenuti anche su di una piccozza, che l'operaio stava utilizzando per sistemare la palma, che è stata rinvenuta proprio al centro della strada. C'erano tracce di sangue sul manico dello strumento da lavoro e su di un lato. A questo punto potrebbe subire delle variazioni la prima ricostruzione dell'omicidio.

Intanto il carroattrezzi ha portato via, proprio pochi minuti fa, la Seat Altea grigia raggiunta al parabrezza, lato guida, da uno dei proiettili che il killer aveva indirizzato a Carmelo Ciffa. L'auto era in sosta all'interno del supermercato e dentro non c'era nessuno, altrimenti il conducente, o gli occupanti, quasi certamente sarebbero rimasti feriti.

La vittima stava lavorando con una motosega ad una palma, quando qualcuno, proveniente dalla vicina via Cina, gli si sarebbe avvicinato, sparandogli tre colpi di pistola. Due proiettili lo avrebbero raggiunto, colpendolo mortalmente, mentre il terzo si sarebbe conficcato su un'auto parcheggiata lì vicino. I due proiettili, secondo la prima ricostruzione degli inquirenti, sarebbero stati esplosi da una pistola di piccolo calibro. Hanno raggiunto l'operaio al torace. L'uomo, malgrado le gravissime ferite riportate, è riuscito a trascinarsi per almeno cento metri, fino a raggiungere il vicino supermercato "Paghi poco", nel tentativo di sfuggire al sicario. Il killer a quel punto, temendo di essere bloccato da qualcuno dei presenti, è fuggito. Per la vittima dell'agguato, però, non c'è stato  nulla da fare. Ogni tentativo di soccorso si è rivelato vano. L'uomo, infatti, è deceduto pochi istanti dopo. Il suo corpo, in questo momento, è riverso davanti il market.

I RILIEVI DI RITO

Sul posto, per le indagini, è giunto il pm di Agrigento, Salvatore Vella, insieme ai carabinieri di Favara e Agrigento. L'omicidio è stato compiuto in una zona centrale di Favara, perciò ora gli investigatori stanno prelevando i filmati delle telecamere di videosorveglianza per verificare se hanno ripreso almeno alcune fasi del delitto. 

Ovviamente, al momento, gli investigatori non escludono alcuna pista. Stanno ripercorrendo gli ultimi fatti di sangue che si sono registrati nell'Agrigentino, per scoprire eventuali collegamenti con l'omicidio di oggi. Sul posto sono arrivati anche gli agenti della Squadra mobile di Agrigento, oltre ai carabinieri della tenenza cittadina ed a quelli della compagnia della città dei templi. Tantissima la gente presente. L'area è stata transennata ed il traffico deviato verso altre arterie, anche se ciò ha provocato degli incolonnamenti. Dietro alla transenne ci sono centinaia di persone, e moltre altre sono affacciate ai balconi dei palazzi della zona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La faida sull'asse Favara-Belgio, scatta l'operazione "Mosaico": raffica di arresti, trovate armi

  • Operazione "Mosaico": duplice tentato omicidio, ecco chi sono i 7 arrestati

  • Coronavirus, salgono ancora i nuovi casi in Sicilia: 8 gli agrigentini contagiati

  • Nuova "bomba" d'acqua sull'Agrigentino: strade e ristoranti allagati, albero su auto

  • Il Covid non molla la sua presa: due nuovi casi a Favara, uno a San Biagio e Grotte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): 6 per Agrigento, arrivano i primi tamponi rapidi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento