Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

L'omicidio dell'operaio empedoclino, si ascoltano parenti ed amici

I carabinieri stanno cercando di ricostruire le ultime ore di vita e gli ultimi contatti del quarantaduenne freddato ieri a Favara. Sotto analisi anche il suo telefono cellulare

La salma di Carmelo Ciffa viene portata via dal supermercato

Da Favara a Porto Empedocle. I carabinieri, all'indomani dell'omicidio di Carmelo Ciffa - l'operaio quarantaduenne freddato all'angolo fra le vie Vittorio Veneto e Cina a Favara - hanno ripreso a sentire alcune persone. Oggi, in particolar modo, verranno ascoltati i familiari dell'empedoclino, nonché amici e conoscenti. 

LEGGI ANCHE: AGGUATO A FAVARA, UCCISO OPERAIO

Gli investigatori, coordinati dal sostituto procuratore Salvatore Vella che è il titolare del fascicolo di inchiesta, cercheranno - attraverso le parole dei familiari e degli amici più intimi di Ciffa - di ricostruire la vita del quarantaduenne e soprattutto gli ultimi periodi. Da procedura investigativa, occorre, infatti, appurare se l'operaio nel recente passato abbia avuto o meno dei problemi, degli screzi, con qualcuno. Dettagli questi che, se acquisiti, potrebbero indirizzare le indagini.

IL VIDEO: LE IMMAGINI DAL LUOGO DEL DELITTO

Già da questa mattina, i carabinieri della Scientifica stanno passando al setaccio l'autovettura - una Fiat Panda, vecchio modello, blu - dell'operaio. Ma ad essere analizzato e studiato sarà anche il suo telefono cellulare per cercare di recuperare i contatti utilizzati più frequentemente. Si tratta, in questo caso, di accertamenti di natura squisitamente tecnica. Verifiche però indispensabili per avere un quadro ben definito in tutti i suoi contorni e dunque il più chiaro possibile.

I RETROSCENA: LE TELECAMERE HANNO RIPRESO L'AGGUATO?

Tutti gli elementi acquisiti - partendo dalle eventuali dichiarazioni di familiari ed amici fino ai rilievi tecnici su utilitaria e telefono cellulare - dovranno essere incastrati, in quella che è la ricostruzione di un vero puzzle, con le risultanze dell'autopsia. Nelle prossime ore, la Procura incaricherà il medico legale che dovrà eseguire l'esame autoptico. Esame che servirà anche per stabilire la traiettoria dei colpi di pistola. Un'arma di piccolo calibro.

L'operaio è stato ucciso, ieri, intorno alle 13, mentre stava radendo al suolo una palma già potata. Ad entrare in azione un killer. Ma non è ancora escluso che possano essere stati due.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'omicidio dell'operaio empedoclino, si ascoltano parenti ed amici

AgrigentoNotizie è in caricamento