Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Confessò omicidio dopo 30 anni, condannato ergastolano 49enne

L'imputato ha confessato il delitto che avvenne per errore: venne uccisa una persona innocente, estranea a contesti criminali

Il gup del tribunale di Palermo, Fabio Pilato, ha condannato - su richiesta della Dda - a 14 anni di reclusione Emanuele Radosta, 49 anni, di Villafranca Sicula. L'imputato era stato accusato di omicidio volontario, avvenuto a Burgio, nel 1993. Il processo è stato celebrato con il rito abbreviato e questo ha permesso le generiche riduzioni della pena, quelle previste appunto dal rito abbreviato. Lo riporta oggi il Giornale di Sicilia. L'ergastolano ha confessato, di recente, a quasi 30 anni di distanza, l'omicidio di Vincenzo Arrigo, 33 anni, di Burgio. Il delitto avvenne per errore: venne uccisa una persona innocente, estranea a contesti criminali. Arrigo è stato scambiato per un'altra persona. La famiglia della vittima si è costituita parte civile, il risarcimento è stato demandato al giudice civile con una provvisionale di 50 mila euro per ogni parte civile.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confessò omicidio dopo 30 anni, condannato ergastolano 49enne

AgrigentoNotizie è in caricamento