L'agguato ad Alessandria della Rocca, fermato 84enne reo confesso dell'omicidio

Si tratta di Gioacchino Di Libertà, incensurato, proprietario di un terreno non lontano dalla proprietà della vittima. Dissidi legati a questioni di vicinato sarebbero all'origine del gesto

Foto d'archivio

È durato meno di 24 ore il giallo dell'omicidio di Liborio Plazza, il 72enne ucciso a colpi di fucile nella mattinata di ieri ad Alessandria della Rocca. I carabinieri di Cammarata, coadiuvati dai colleghi del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Agrigento, fanno sapere di aver fermato un uomo che ha confessato di essere l'autore del delitto.

Un'auto notata sulla scena del delitto

Si tratta di Gioacchino Di Libertà, 84enne del posto, incensurato, proprietario di un terreno non lontano dalla proprietà della vittima. L’omicidio sarebbe scaturito al culmine di una spirale di dissidi legati a questioni di vicinato. Messo alle strette dagli inquirenti, l’uomo ha confessato.

Freddato un agricoltore di 72 anni

Il cadavere del settantaduenne incensurato che, secondo la ricostruzione ufficiale dei carabinieri del comando provinciale di Agrigento, lavorava nell’impresa agricola del figlio è stato ritrovato ieri alle 9,45 circa, in contrada Chimmesi, a poca distanza dagli appezzamenti di terreno di sua proprietà. Acquisita la segnalazione, sul posto si sono precipitate le pattuglie dei carabinieri di Alessandria della Rocca, della compagnia di Cammarata – che è competente per territorio -, del nucleo Investigativo del reparto Operativo del comando provinciale di Agrigento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pare – ma non ci sono conferme istituzionali al riguardo – che oltre al cadavere dell’uomo sia stata anche segnalata la presenza di un’autovettura che si allontanava. Una macchina che, ieri, per tutta la giornata, i militari dell’Arma avrebbero cercato e non soltanto ad Alessandria della Rocca. Oggi, infine, la confessione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Ritrovata al Villaggio Mosè la 15enne scomparsa da Palermo a metà giugno

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Gli cade il telefonino, torna indietro e non lo ritrova più: avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento