menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Istruito un nuovo processo a carico del collaboratore di giustizia (foto archivio)

Istruito un nuovo processo a carico del collaboratore di giustizia (foto archivio)

Quattro omicidi ed uno tentato, il pentito Sciabica finisce sotto processo

I delitti al centro del procedimento giudiziario sono maturati nell'ambito della guerra fra Cosa Nostra e Stidda degli anni Ottanta e Novanta

Il pentito Daniele Sciabica finisce a processo per quattro omicidi e un tentato omicidio con tre feriti. Il collaboratore di giustizia, dopo avere confessato i fatti di sangue, aveva deciso di non farsi processare invocando l' applicazione di una procedura secondo cui non si può essere giudicati per fatti diversi da quelli per cui si concede l'estradizione. La Dda ha però risolto la questione ed ha istruito un nuovo processo che è ripartito davanti al giudice dell'udienza preliminare di Palermo, Lorenzo Matassa. Sciabica ha chiesto di essere giudicato con il rito abbreviato. Lo riporta il Giornale di Sicilia.

I quattro omicidi di mafia e i tre tentati omicidi al centro del processo sono maturati nell'ambito della guerra fra Cosa Nostra e Stidda degli anni Ottanta e Novanta. Fra gli omicidi anche quelli che hanno avuto come vittime il padre, lo zio e il nonno del boss Gerlandino Messina. Ad accusarsi di essere stato componente del commando che prese parte ai cinque agguati è stato proprio Sciabica, oggi cinquantenne, che in quegli anni avrebbe fatto parte del clan stiddaro dei Grassonelli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento