Venerdì, 6 Agosto 2021
Cronaca

"Non oltraggiò funzionario della Questura", assolto Arnone

L'avvocato ed ex consigliere comunale aveva pronunciato all'indirizzo del vicequestore Giovanni Giudice la frase: "Lei cu m... è"

Il frame di un video che ha preceduto l'episodio

Il giudice monocratico del tribunale di Agrigento, Antonio Genna, ha assolto l'avvocato Giuseppe Arnone dall'accusa di oltraggio a pubblico ufficiale. Arnone, in particolare, era accusato di avere insultato il vice questore Giovanni Giudice, rivolgendosi pubblicamente a lui dicendogli: "Ma lei cu m... è".

L'episodio risale al 30 settembre del 2015 quando Arnone, in seguito alla fissazione di una conferenza stampa nel suo studio legale di fronte al tribunale, si era rivolto al poliziotto, arrivato insieme ad altri agenti per impedire quella che riteneva essere una manifestazione non autorizzata.

L'episodio è stato immortalato in un video, diffuso dallo stesso Arnone su youtube. All'assoluzione di Arnone, difeso dagli avvocati Daniela Principato e Francesco Menallo, si è arrivati anche in seguito alla testimonianza dell'avvocato Arnaldo Faro, che stava prendendo il caffè al bar accanto ed è intervenuto in difesa del collega che, a suo dire, stava subendo un abuso in quanto, in maniera illegittima, secondo il suo punto di vista, Giudice gli si sarebbe rivolto dicendogli che lo avrebbe fatto sottoporre a Trattamento sanitario obbligatorio e lo avrebbe dovuto trasportare coattivamente in Questura.

"In quel momento - aveva ricostruito Faro - si è rivolto al poliziotto dicendogli quella frase".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non oltraggiò funzionario della Questura", assolto Arnone

AgrigentoNotizie è in caricamento