Cronaca

Agrigento, rubavano ferro all'"Ipia": il giudice ha convalidato arresti

Il giudice ha anche deciso di applicare la misura coercitiva dell'obbligo di dimora con la prescrizione di non allontanarsi in determinati orari. Entrambi sono stati bloccati dagli agenti i quali hanno recuperato tutta la refurtiva consistente in un notevole quantitativo di materiale ferroso poco prima asportato dall'Istituto "Ipia"

Il materiale sequestrato dalla Polizia

Il giudice Rosanna Croce, valutati gli elementi emersi e l'incongruenza delle rispettive dichiarazioni, ha convalidato l'arresto di Filippo La Porta, agrigentino, 57 anni, e di Mohamed Belhaj, marocchino di 27 anni, colti in flagranza di furto aggravato in concorso dagli uomini della Scientifica assieme ai colleghi delle Volanti, ieri pomeriggio, in prossimità dell’istituto scolastico  “Ipia”.

Il giudice ha anche deciso di applicare la misura coercitiva dell'obbligo di dimora con la prescrizione di non allontanarsi in determinati orari.

La polizia, intervenuta sul posto, aveva trovato La Porta all’interno della recinzione dell'istituto con uno zaino addosso e, alla vista dei poliziotti, questi si è dato alla fuga per le campagne circostanti, mentre il più giovane è rimasto in prossimità della stessa area. 

Entrambi sono stati bloccati dagli agenti i quali hanno recuperato tutta la refurtiva consistente in un notevole quantitativo di materiale ferroso poco prima asportato dalla struttura. I due soggetti sono stati quindi condotti in ufficio e dichiarati in stato di arresto. Dopo le formalità di rito, su disposizione dell’autorità giudiziaria, erano stati accompagnati presso le rispettive abitazioni e posti in regime di arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agrigento, rubavano ferro all'"Ipia": il giudice ha convalidato arresti

AgrigentoNotizie è in caricamento