Cronaca

"Sono socialmente pericolosi", sorveglianza speciale per due

Uno è un 58enne empedoclino coinvolto in vicende giudiziarie per atti persecutori e maltrattamenti in famiglia oltre che abuso su minore

La Questura di Agrigento

E' "socialmente pericoloso", disposta la sorveglianza speciale di pubblica sicurezza - con obbligo di soggiorno per due anni nel Comune di residenza - per un 58enne di Porto Empedocle. La misura è stata emessa dal tribunale di Palermo, sezione misure di prevenzione, su proposta del questore di Agrigento: Rosa Maria Iraci. L'uomo è attualmente sottoposto agli arresti domiciliari con l'uso di un braccialetto elettronico e risulta coinvolto, dice una nota "in numerose vicende processuali, essendosi resto protagonista di atti persecutori e maltrattamenti in famiglia, nei confronti della coniuge e dopo della compagna, nonché abusi sessuali su una minore, nipote dell’ex compagna".

Nei confronti del 58enne è stata applicata la nuova normativa del codice "rosso" che prevede l'applicazione di misure di prevenzione anche per altre tipologie di reato.

La Questura ha inoltre disposto un provvedimento di sorveglianza speciale, con obbligo di soggiorno per due anni, nei confronti di un menfitano 26enne,  destinatario di condanne per stupefacenti e reati contro la persona e attualmente in arresto presso la casa circondariale di Sciacca. A notificare le due misure di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza è stata la divisione polizia Anticrimine che è coordinata dal primo dirigente Alessandro Milazzo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sono socialmente pericolosi", sorveglianza speciale per due

AgrigentoNotizie è in caricamento