Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Nursind difende il dirigente Barba: "Dall'Asp insinuazioni diffamatorie"

Andrea Bottega, segretario nazionale del sindacato delle professioni infermieristiche interviene sulla vicenda dei trasferimenti del personale

Osvaldo Barba

“Le insinuazioni verso il dirigente del Nursind Osvaldo Barba hanno chiaro carattere diffamatorio. A lui va tutta la nostra solidarietà e il nostro supporto”. Lo comunica Andrea Bottega, segretario nazionale del Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche, dopo aver preso atto del contenuto delle dichiarazioni rese dal direttore generale della Asp, di Agrigento, Ficarra, nei confronti del dirigente nazionale e commissario straordinario per la provincia di Agrigento, Osvaldo Barba. 

Barba aveva contestato presunte irregolarità nella gestione dei trasferimenti del personale infermieristico da parte della Asp di Agrigento, “ma sempre osservando e rimanendo nell’ambito dei principi di dialettica sindacale finalizzata alla tutela dei dipendenti-lavoratori” dice Bottega.

Il dirigente del Nursind è stato però oggetto di attacco “non nella veste di sindacalista, ma in maniera del tutto personale, sostenendo che avrebbe beneficiato di corsie preferenziali grazie all’aiuto di una figura coinvolta in gravi vicende giudiziarie. Tali insinuazioni, di chiaro significato diffamatorio, sono tanto infondate quanto fantasiose, se si pone mente al fatto che il trasferimento a cui è stato fatto riferimento risale al 2009 quando il sindacalista non era nemmeno iscritto al Nursind e i fatti si riferiscono a una mobilità interna dettata da esigenze professionali e aziendali, oggettivamente e documentalmente riscontrabili. Conseguentemente, nessun beneficio, al contrario di quanto affermato dal direttore, si è determinato per appartenenza sindacale o favoritismo personale. Ad ogni buon conto, tali vicende potranno essere oggetto di approfondimenti nelle competenti sedi”.

Secondo la segreteria nazionale del Nursind, “purtroppo, tale nota si percepisce soltanto come un doloso sviamento di quello che è stato l’oggetto della contestazione attraverso una azione veemente e insidiosa nei confronti del commissario straordinario di Agrigento e segretario di Caltanissetta, a cui va tutta la nostra solidarietà e il nostro supporto. Va da sé, quindi, che il metodo scelto dal direttore generale non può che essere avvertito come un monito nei confronti di chi sta esercitando le prerogative sindacali a tutela dei diritti dei lavoratori e viepiù anche contro il sindacato nel suo complesso. In ragione di ciò, significhiamo a tutti gli iscritti che il Nursind proseguirà tale battaglia rimanendo affianco del collega Osvaldo Barba, per tutelare la sua immagine e quella del sindacato”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nursind difende il dirigente Barba: "Dall'Asp insinuazioni diffamatorie"

AgrigentoNotizie è in caricamento