Sabato, 13 Luglio 2024
Le reazioni

Bike sharing attivo dopo 3 anni, il Codacons: “Ma il 30 per cento delle strade è vietato alle 2 ruote”

L’associazione che tutela i consumatori precisa inoltre che “tutto nasce da un progetto della vecchia amministrazione che oggi, in netto ritardo, comincia a camminare”

“Finalmente, dopo 3 anni, l’amministrazione Miccichè riesce a far ‘camminare’ il figlio di chi l’ha preceduto”: Giuseppe Di Rosa del Codacons si dice contento, da un lato, per l’attivazione del servizio, ma esprime anche forti perplessità sostenendo che “il 30 per cento del tessuto viario cittadino è vietato alle 2 ruote”.   

Sessanta bici elettriche per muoversi in città rispettando l'ambiente: ecco il nuovo servizio di "bike sharing"

Immediata la reazione del Codacons dopo l’inaugurazione del servizio avvenuta oggi, martedì 18 luglio, in piazza Stazione.

“E’ giusto precisare - aggiunge Di Rosa - che tutto nasce da un progetto della vecchia amministrazione ed oggi, seppure in netto ritardo, il bike sharing sta diventando una realtà anche ad Agrigento. Siamo felici e ci auguriamo che l'arrivo delle bici elettriche dia una spinta agli altri progetti di città sostenibile a misura d’uomo Ci auguriamo inoltre che tutti gli altri progetti di mobilità urbana sostenibile, per rispettare le esigenze e le attese dei giovani agrigentini che meritano una città più vivibile, con meno macchine, con sempre più ampi spazi da vivere per residenti e turisti, arrivino preso a conclusione. 

C’è tanta strada da fare. Basti pensare che il 30 per cento del tessuto viario della città di Agrigento è vietato alle due ruote ed una consistente parte  è in uno stato di sicurezza prossima allo zero”.

   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bike sharing attivo dopo 3 anni, il Codacons: “Ma il 30 per cento delle strade è vietato alle 2 ruote”
AgrigentoNotizie è in caricamento