Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Nuovo sbarco di tunisini rallenta approdo Open Arms

Non è escluso - si sta valutando in questo momento - che si possa procedere, trasbordando i naufraghi della ong, anche con le motovedette di Guardia costiera e Fiamme gialle

FOTO ARCHIVIO

Lo sbarco dei 50 tunisini, avvistati a circa 3 miglia della costa, ritarderà quello dei migranti che sono ancora sulla Open Arms. Non appena la Capitaneria di porto notificherà il provvedimento di sequestro preventivo della nave della Ong spagnola alla polizia di Stato che garantisce l'ordine pubblico, verranno avviate le procedure per fare avvicinare l'Open Arms. Non è escluso - si sta valutando in questo momento - che si possa procedere, trasbordando i naufraghi della Open Arms, anche con le motovedette di Guardia costiera e Fiamme gialle. 

Un'imbarcazione, con 50 tunisini a bordo, è stata avvistata e già agganciata a circa 3 miglia dalla costa di Lampedusa (Ag). E' in corso il trasbordo dei migranti sulle motovedette della Guardia costiera e della Guardia di finanza che poi giungeranno al molo Favarolo. Dopo lo sbarco, il gruppo verrà portato all'hotspot di contrada Imbriacola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo sbarco di tunisini rallenta approdo Open Arms

AgrigentoNotizie è in caricamento