menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il nuovo questore di Agrigento, Mario Finocchiaro

Il nuovo questore di Agrigento, Mario Finocchiaro

Agrigento, il nuovo questore Mario Finocchiaro si presenta alla stampa

Accompagnato dal vicario, Paolo Sirna, e dal capo dell'Ufficio di gabinetto, Carlo Mossuto, Finocchiaro ha incontrato i giornalisti nella sala riunioni della Questura. L'appello ai cittadini della provincia

L'immigrazione, la mafia, l'ordine e la sicurezza pubblica sono tutti temi che il nuovo questore di Agrigento, Mario Finocchiaro, conosce bene. "Non vengo mica da un altro pianeta" ha detto sorridendo stamani durante il suo primo incontro con i giornalisti. Accompagnato dal vicario, Paolo Sirna, e dal capo dell'Ufficio di gabinetto, Carlo Mossuto, Finocchiaro ha incontrato i giornalisti nella sala riunioni della Questura. Un incontro istituzionale, ma che è servito principalmente per conoscere la stampa locale. Si è presentato raccontando la sua storia, la sua carriera, ma anche la sua gratitudine all'amministrazione della polizia di Stato per avergli permesso di lavorare nuovamente in Sicilia, "in una provincia molto importante come quella di Agrigento" ha detto il nuovo questore. 

LA STORIA E LA CARRIERA DI MARIO FINOCCHIARO ->

"Quello che cercherò di fare, insieme ai miei collaboratori e a tutto il personale della polizia di Stato, - ha continuato - è di stare vicino ai problemi dei cittadini, assicurando attività preventiva e repressiva e dando il massimo di impegno nel mantenere l'ordine e la sicurezza pubblica. Raccolgo un'eredità pesante, nel senso che il mio predecessore, il questore Giuseppe Bisogno, collega che stimo moltissimo sia dal punto di vista professionalmente che da quello personale, ha fatto un ottimo lavoro. Sarà difficile migliorare, ma ci proveremo".

?

Riguardo il tema dell'immigrazione, il questore Finocchiaro non è nuovo al fenomeno: "Sono che ho già affrontato come questore di Crotone, dove giungevano i migranti sbarcati a Lampedusa. La maggiore delle Pelagie è al centro dell'attenzione nazionale per queste problematiche. So che comunque c'è un meccanismo ben rodato da anni, c'è del personale che si occupa da tempo di questo fenomeno. Certo, ci sono momenti particolari in cui il flusso è maggiore, ma anche su questo ho visto che c'è una struttura che funziona bene. Cercheremo sempre di migliorare, ma siamo già ad un ottimo livello".

"La realtà agrigentina - ha continuato il questore - è ricca di tante cose positive, ma anche, purtroppo, di tante negative, come la piovra della criminalità mafiosa che, sebbene molto contrastata e molto indebolita grazie al lavoro della magistratura e delle forze di polizia, è innegabilmente presente". 

Infine un'appello ai cittadini: "Abbiate fiducia nelle istituzioni, nelle forze dell'ordine e nella magistratura. Rivolgo il solito invito alla collaborazione, che non ci stancheremo mai di ripetere: è importantissimo. E anche su questo piano sono sicuro che avremo ottimi risultati" ha concluso il nuovo questore della provincia di Agrigento

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento