Poliambulatorio di Palma, arriva un mammografo digitale di ultima generazione

Lo screening è rivolto alle donne di età compresa tra i 50 ed i 69 anni

La popolazione del Distretto Sanitario di Palma di Montechiaro e, più in generale, anche quella di tutto il comprensorio di Licata può contare da oggi su un ulteriore strumento di prevenzione. Da questa mattina, infatti, presso il poliambulatorio di Palma di Montechiaro è entrato in funzione un nuovo e modernissimo mammografo di ultima generazione in grado di offrire un servizio particolarmente efficace nella diagnosi precoce delle neoplasie mammarie. 

Lo strumento di alta gamma permette di eseguire indagini con risoluzione di eccellente qualità ed è stato recentemente acquistato dall’azienda sanitaria Provinciale di Agrigento nell’intento di fornire all’utenza di Palma e Licata la possibilità di accedere alle indagini diagnostiche rimanendo in sede. La nuova dotazione permette inoltre di potenziare ulteriormente le azioni di screening per la diagnosi precoce dei tumori secondo un trend virtuoso che, giorno dopo giorno, sta permettendo all’Asp attraverso una capillare azione su tutto il territorio,  di ottenere sempre maggiori adesioni alle campagne di monitoraggio.

La tempestiva identificazione dei tumori al seno, così come quelli alla cervice uterina ed al colon retto, garantisce la possibilità di “aggredire” la malattia in fase precoce cioè quando, secondo precise evidenze scientifiche, le cure risultano decisamente più efficaci nel portare alla guarigione. Lo screening mammografico è rivolto alle donne di età compresa tra i 50 ed i 69 anni che, dietro invito specifico da parte dell’Asp, potranno da oggi eseguire gratuitamente gli accertamenti anche presso il poliambulatorio di Palma di Montechiaro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento