menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovi orari della movida, Confcommercio: "Colpo mortale all'economia"

La presidente Gabriella Cucciara prende posizione in difesa dei gestori dei locali e chiede una deroga all'ordinanza per il mese di dicembre

Non si fermano le polemiche dopo l'ordinanza comunale sui nuovi orari di chiusura di pub e locali. Sulla vincenda interviene Gabriella Cucciara, presidente provinciale Fipe Confcommercio, che prende posizione in difesa dei gestori dei locali. “In una città come la nostra, - si legge in una nota di Confcommercio - dove la ripresa economica stenta a decollare, ancora una volta non vengono tenute nella giusta considerazione le difficoltà che gli operatori del settore affrontano ogni giorno per mandare avanti le proprie attività. Da una parte si continua a parlare di vocazione turistica, dall’altra si stroncano tutte le iniziative volte a rendere più viva una città in cui mancano troppe cose".

LEGGI ANCHE: NUOVI ORARI PER LA MOVIDA, INCONTRO AL COMUNE

Secondo Cucciara, ridurre gli orari di apertura dei locali di intrattenimento "significherebbe oggi dare l’ennesimo colpo mortale ad un’economia già troppo precaria, poiché si ridurrebbe il volume d’affari di quest’ultimi. Per questo motivo non possiamo continuare ad accettare passivamente le decisioni che vengono prese dall’alto”.

LEGGI ANCHE: I GESTORI DEI PUB PRONTI A RICORRERE ALLE VIE LEGALI

“È sicuramente giusto imporre delle regole ed educare il cittadino al rispetto delle stesse - continua Gabriella Cucchiara - , ma questo non vuol dire penalizzare ulteriormente gli esercizi commerciali che oggi tra l’altro sono luoghi di aggregazione sociale. Non possiamo permettere che i nostri giovani vadano altrove, abbandonando la città. Bisognerebbe invece tener conto anche delle loro esigenze. Per questi motivi sarebbe più giusto che l’amministrazione comunale consultasse soprattutto le associazioni di categoria prima di prendere delle decisioni che riguardano uno dei settori economici più importanti. Bisognerebbe lavorare insieme per raggiungere obiettivi finali che facciano il bene di tutti”.

Per questo la Confcommercio di Agrigento ha chiesto una deroga all’ordinanza per il mese di dicembre in attesa di poter discutere le modifiche da apportare ad alcuni punti dell’ordinanza in questione. L’associazione ha infatti chiesto un incontro al sindaco Firetto durante il quale le parti interessate possano esprimere la propria opinione in merito e proporre di rivedere il provvedimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento