Nuova notte di fuoco: incenerite due auto, aperta un'inchiesta

Le fiamme hanno distrutto l'utilitaria di un insegnante 59enne e si sono estese anche alla vettura posteggiata a pochi passi. Annerito pure il prospetto dello stabile nei pressi del quale i mezzi erano stati lasciati posteggiati

Foto ARCHIVIO

Due autovetture completamente incenerite e il prospetto dello stabile, nei pressi del quale erano state lasciate posteggiate, pesantemente annerito.

Notte di fuoco, quella di Natale, in via Scopelliti a Palma di Montechiaro. Le fiamme sono state spente dai pompieri del distaccamento di Licata. Delle indagini si stanno già occupando i carabinieri della stazione cittadina, coordinati dal comando compagnia di Licata. Pochi i dubbi per i militari dell’Arma.

L’incendio che ha “inghiottito” le due utilitarie sarebbe di matrice dolosa. Qualcuno, utilizzando del liquido infiammabile, avrebbe appiccato l’incendio ad una Fiat Punto di proprietà di un insegnante di 59 anni. Il rogo si sarebbe poi ben presto esteso alla macchina, una Ford Focus utilizzata da un operatore socio-sanitario, che era posteggiata a pochissimi passi dalla prima.

I vigili del fuoco, idranti alla mano, hanno fatto tutto il possibile per salvare il salvabile, ma purtroppo per le due utilitarie c’è stato poco da fare: entrambe sono andate distrutte. Il maxi danno, non coperto da nessuna polizza assicurativa, è ancora in corso di quantificazione.

I carabinieri hanno subito avviato le indagini: sono stati sentiti i proprietari delle macchine così come alcuni residenti della zona. Passaggi investigativi iniziali per appurare se siano state notate della strane, inusuali, presenze lungo via Scopelliti. Il riserbo investigativo, come sempre avviene in casi del genere, è fitto.

Anzi, categorico. I militari dell’Arma – che hanno notiziato, come l’iter impone, l’Autorità giudiziaria - non lasciano trapelare nessuna indiscrezione sulle indagini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un’inchiesta che viene, verosimilmente, portata avanti su un fronte di trecentosessanta gradi per stabilire quale potrebbe essere stata la causa che avrebbe – stando alle battute iniziali dell’inchiesta – fatto entrare in azione un piromane. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Villaseta: giovane si toglie la vita, avviate le indagini

  • Coronavirus: muore commerciante di Canicattì, seconda vittima dopo l'anziana di Sambuca

  • Coronavirus, è di nuovo raffica di positivi a Ravanusa, Palma, Canicattì, Licata, Sciacca, Cianciana e Porto Empedocle

  • Non si fermano i contagi a Sambuca, altri nove positivi: tra questi anche un impiegato

  • Amministrative, Franco Miccichè il nuovo sindaco: vittoria a valanga su Firetto

  • Coronavirus: 5 alunni positivi a Porto Empedocle e 3 a Lampedusa: salgono a 15 i contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento