menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento

L'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento

Stop ai viaggi fuori provincia, broncoscopie anche al San Giovanni di Dio

Un nuovo macchinario diagnostico è stato acquistato dall'Asp, contribuendo, così, ad incrementare i servizi del reparto di chirurgia generale dell’ospedale

Basta agli spostamenti fuori provincia per effettuare le indagini diagnostiche di broncoscopia ed un deciso stop ai fastidi per i pazienti che, in svariati casi, si trovano in condizioni di sofferenza. Un nuovo broncoscopio è stato acquistato dall'Asp di Agrigento, contribuendo, così ad incrementare i servizi del reparto di chirurgia generale dell’ospedale di Agrigento. Lo rende noto l'Asp.

"L’ottimizzazione delle risorse esistenti e l’acquisto di un nuovo broncoscopio - si legge in una nota dell'azienda sanitaria - rende finalmente possibile effettuare le indagini nel territorio provinciale di Agrigento. Il risultato, fortemente voluto dalla direzione strategica Asp, è da mettere in relazione anche al recente insediamento del nuovo primario di chirurgia generale, endoscopia e laparoscopia dell’ospedale di Agrigento, il dottor Carmelo Sciumè. 

"Dallo scorso 10 ottobre, data in cui il dottor Sciumè, professore associato di chirurgia generale presso l’Università di Palermo, ha assunto, in convezione, la direzione del reparto, - prosegue l'Asp - la quantità e la qualità della gamma di prestazioni offerte si sono decisamente incrementate. L’acquisto della nuova attrezzatura e l’avvio di nuove metodiche operative, rendono oggi possibili ad Agrigento le broncoscopie, gli esami endoscopici che consentono un attento esame della trachea, dei bronchi principali e delle loro diramazioni per patologie che riguardano l’apparato respiratorio".

"In particolare - aggiunge l'azienda sanitaria - è possibile accertare precocemente la presenza e la natura di tumori o stenosi ma anche appurare la necessità di manovre di disostruzione, le biopsie ed il cosiddetto Bal ossia il lavaggio bronco-alveolare per esame citologico. Presso l’Unità operativa di chirurgia generale sono inoltre possibili gli esami di Ercp cioè le colangiopancreatografie retrograde perendoscopiche che si rendono prevalentemente utili nei casi di pazienti con ittero".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento