L'appello di Nuccia Palermo: "Riaprire la strada di collegamento del carcere Petrusa"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

“I ritardi sulla riapertura della strada di collegamento del carcere Petrusa vanno risolti immediatamente. Si metta la parola fine ad una lenta agonia”. Il vicesegretario provinciale di Sicilia Futura, Nuccia Palermo, torna ad alzare l’attenzione su un problema, presente ormai da troppi mesi, che isola i due comuni di Agrigento e Favara creando non pochi disagi.

“Non è la prima volta che solleviamo il problema - spiega Palermo - incalzati dalle richieste d’intervento di pendolari, di dipendenti appartenenti al corpo della polizia penitenziaria e di tutti quei cittadini che dalla chiusura della strada di collegamento ne subiscono una difficoltà giornaliera”.

“Il problema della viabilità – afferma il vicesegretario provinciale – investe trasversalmente la nostra provincia da un estremo all’altro. Oggi non possiamo consentire il continuare a distillare meri comunicati stampa che poi non si traducono in fatti concreti”.

“Credo sia fondamentale ritornare a stabilire un contatto con il territorio – insiste Nuccia Palermo – contatto che purtroppo negli ultimi decenni la politica tutta ha trascurato fino a danneggiare irreparabilmente quel rapporto di fiducia che deve esserci tra l’eletto ed il popolo. Per non nasconderci dietro ad un dito ci riferiamo a tutti quegli eletti su base regionale e nazionale che fino ad oggi hanno peccato di poca cura verso il territorio”

“E’ fondamentale cambiare passo, ricreare il rapporto diretto ma soprattutto ritornare a risolvere i problemi della gente – commenta ancora Palermo – e sulla base di ciò promuoviamo un Sit-in volto a stimolare le istituzione in modo da risolvere il problema. Oggi la politica non può non percorrere un’unica strada con a fianco il cittadino e tutti gli operatori attivi della società civile”.

“Pertanto, invitiamo il Sindaco di Agrigento e di Favara, con le relative amministrazioni ad  interessarsi al problema in maniera operativa ponendosi in testa al sit in  – scrive nella nota il vicesegretario Nuccia Palermo -  insieme alla Confcommercio, alla Confesercenti, alla Camera di Commercio e al Libero Consorzio.  Il nostro invito ovviamente va anche e soprattutto alle organizzazioni sindacali quali la Confael ed i confederali”.

“Sono fiduciosa che il sitin possa servire da sprono e possa rappresentare uno dei primi passi per sottolineare che un cambiamento nel modo di far politica c’è e freme ad uscire fuori – conclude Nuccia Palermo -  . La nostra Provincia merita di essere attenzionata e di ottenere risposte tangibili e non illusorie al fine di risollevarsi”.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento