rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Agrigentini in spiaggia con il naso all'insù, è la notte di San Lorenzo

L'osservazione a occhio nudo è la migliore, basta scegliere un sito più al buio possibile

Agrigentini questa sera con il naso all’insù. E’ la notte di San Lorenzo e delle stelle cadenti, in tanti sono già  pronti per andare in spiaggia ed ammirare le stelle. Ma c'è un problema: quest'anno il picco di meteore è previsto in quella tra il 12 e il 13 agosto. In quei giorni la Terra incrocia lo sciame di meteore delle Perseidi una gigantesca nuvola di frammenti lasciata dalla cometa Swift-Tuttle nel corso delle sue orbite annuali attorno al Sole. L'osservazione a occhio nudo è la migliore, basta scegliere un sito più al buio possibile. La tradizione vuole che esse rappresentino le lacrime di San Lorenzo, martirizzato sui carboni ardenti il 10 agosto del 258, a 33 anni. Insieme a lui e ad altri quattro diaconi venne martirizzato anche papa Sisto II colpevole, secondo l'imperatore Valeriano, di aver celebrato l'eucaristia nelle catacombe di Prestestato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agrigentini in spiaggia con il naso all'insù, è la notte di San Lorenzo

AgrigentoNotizie è in caricamento