rotate-mobile
Cronaca

Si appropria dei soldi dei clienti, processo bis per un notaio

Secondo la Procura non avrebbe versato all'Agenzia delle Entrate i soldi delle tasse

Il 4 giugno davanti ai giudici della seconda sezione penale: si sblocca il processo "bis" a carico del notaio Antonino Pusateri, 68 anni, accusato di peculato per avere sottratto 81.500 euro che i clienti, andati nel suo studio per registrare una serie di atti, gli avrebbero versato in quanto "responsabile di imposta". Il rinvio a giudizio risale allo scorso 6 dicembre e fu deciso dal giudice dell'udienza preliminare Francesco Provenzano: il processo, dopo una serie di rinvii, doveva iniziare ieri davanti alla prima sezione penale ma gli uffici hanno deciso una riassegnazione per equilibrare i carichi di lavoro.

L’imputato, durante le indagini, si è difeso sostenendo che si tratta degli stessi fatti per i quali ha già patteggiato due anni di reclusione. La Procura ritiene invece che si tratti di episodi ulteriori. La vicenda, adesso, sarà approfondita in dibattimento. Pusateri, difeso dall'avvocato Giuseppe Scozzari, è accusato di essersi appropriato di 81.500 euro. Quelle somme, sostiene l’accusa, non sono state mai versate all’Agenzia delle Entrate. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si appropria dei soldi dei clienti, processo bis per un notaio

AgrigentoNotizie è in caricamento