Eccelso (Idv) su depuratore Villaggio Peruzzo

Nota di Ausilia Eccelso, dirigente provinciale di Idv, sulle "recenti strumentalizzazioni ad opera di un consigliere comunale di Agrigento su mie posizioni in ordine alla costruzione del depuratore del Villaggio Peruzzo e sulle alleanze politiche in seno alla sinistra agrigentina"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Nota di Ausilia Eccelso, dirigente provinciale di Idv, sulle "recenti strumentalizzazioni ad opera di un consigliere comunale di Agrigento su mie posizioni in ordine alla costruzione del depuratore del Villaggio Peruzzo e sulle alleanze politiche in seno alla sinistra agrigentina".
 
"Rispondere alle sempre più deliranti dichiarazioni di un certo consigliere risulta essere ogni giorno di più uno sport rilassante per chi lo pratica ogni tanto. Secondo il soggetto in questione infatti la sottoscritta avrebbe sostenuto e difeso incondizionatamente il progetto del depuratore del Villaggio Peruzzo. Ora, avendo fiducia che ormai la quasi totalità degli agrigentini sappia soppesare le parole quando provengono da determinate “fonti” si vuol solo chiarire, chissà ci fosse anche una più infinitesimale e microscopica possibilità che tali parole possano essere prese seriamente ancora da qualcuno (soprattutto prima di controllare se quanto affermato corrisponda al vero, come la storia del tesseramento on-line), che con il comunicato di cui si va cianciando inutilmente stravolgendone completamente il senso si mostrava una soddisfazione per una vicenda che sembrava (stesso verbo utilizzato nel comunicato suddetto) procedere per una risoluzione dopo anni di blocco.

Il depuratore del Villaggio Peruzzo, all’epoca del comunicato aveva il lascia passare della sovrintendenza che invece ha ritenuto di ritirare negli ultimi tempi per cui, conoscendo BENISSIMO la sottoscritta lo stato del mare di San Leone e cosa comporta ogni estate per gli agrigentini farsi il bagno nella melma e nulla ostando legalmente a che il progetto venisse ultimato non si capisce perché si sarebbe dovuto prendere le distanze da esso. L’unico risultato che si vuol raggiungere è che il mare di San Leone non risulti finalmente una pattumiera nel pieno rispetto della legalità. E chi vuol stravolgere questa semplice e chiara verità sa di essere un sovvertitore della realtà. In ogni caso, il consigliere stia sereno riguardo le alleanze di sinistra, perché per chi ne fa parte quella parola significa ancora qualcosa e gente come Lillo Miccichè ha ben chiaro chi, oggi, ad Agrigento, risulti essere partner affidabile, onesto e che non si fa accordi sottobanco nel frattempo.

E per quanto attiene poi agli “slinguazzamenti” quelli sono propri di qualcun altro ad Agrigento che non perde mai occasione di darne ampio e plateale esempio di come farli ed a chi indirizzarli, approfittando persino dei consigli comunali pur di dimostrare di fronte all’universo mondo la propria ed incondizionata fedeltà. Un fraterno e disinteressato consiglio al consigliere… capiamo il momento difficile che sta attraversando, ma anziché attaccare tutti a destra e a manca pur di distrarre l’attenzione dalle note vicende giudiziarie che lo interessano sarebbe meglio cercare di non catturarla proprio per ora".

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento