menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non vuole essere trasferito al Cie, extracomunitario distrugge ambulatorio

L'uomo, già denunciato l'altro ieri sera insieme a due connazionali per una rissa, ha aggredito anche i due agenti di polizia che lo accompagnavano

Doveva essere trasferito al Centro di identificazione ed espulsione di Lamezia Terme da dove era fuggito, ma è andato in escandescenza, aggredendo e ferendo due poliziotti. Così il marocchino Zakaria Noussaria, 25 anni, è stato arrestato ieri dagli agenti dell'Ufficio prevenzione generale e sicurezza pubblica della Questura di Agrigento. L'extracomunitario dovrà rispondere di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, danneggiamento di edificio pubblico e interruzione di pubblico servizio.

 

L'uomo, già denunciato l'altro ieri sera insieme a due connazionali per una rissa alla quale ha preso parte dinnanzi il Bingo di via Acrone, ad Agrigento, doveva Zakaria Noussariasottoporsi ad una visita medica prima di venire trasferito al Cie di Lamezia Terme. Accompagnato da due poliziotti in ambulatorio, il marocchino ha cominciato a dare segni di escandescenza, anche con atti di autolesionismo. Al tentativo di fermarlo, anche i due agenti sono stati aggrediti e feriti dall'uomo che ha anche danneggiato l'ambulatorio, non permettendo più di svolgere la regolare attività al medico. L'extracomunitario è stato arrestato e rinchiuso al carcere di contrada Petrusa di Agrigento. I poliziotti, trasferiti al pronto soccorso dell'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigenot, sono stati giudicati guaribili complessivamente in nove giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento