rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Non supera il concorso in polizia e si toglie la vita in spiaggia, il Ris: "Suicidio ipotesi più plausibile"

I carabinieri hanno effettuato delle verifiche tecniche nel contesto del procedimento a carico di un 17enne oggi indagato per accusato di istigazione o aiuto al suicidio

Il suicidio resta "l'ipotesi più plausibile" per spiegare la morte di Mirko Antonio La Mendola, il 26enne ritrovato morto su una spiaggia a Porto Empedocle lo scorso 25 agosto.

Sarebbero queste le conclusioni di una relazione tecnica del Ris di Messina nel contesto del procedimento a carico di un minore nisseno, accusato di istigazione o aiuto al suicidio. I militari, nella relazione, hanno evidenziato che sarebbe da escludere l'ipotesi che il colpo sia stato esploso da una seconda persona ma che la vittima avrebbe impugnato l'arma da solo con due mani, anche se la scena sarebbe "stata alterata" involontariamente durante le prime operazioni di soccorso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non supera il concorso in polizia e si toglie la vita in spiaggia, il Ris: "Suicidio ipotesi più plausibile"

AgrigentoNotizie è in caricamento