Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Non passano i 15 ricorsi di Girgenti Acque, il giudice di pace: multe da pagare

La polizia municipale aveva elevato sanzioni - da 862,60 euro ciascuna - perché erano stati effettuati “lavori edili non provvedendo a segnalare e delimitare l'area di cantiere e non adottando gli accorgimenti necessari per la sicurezza e la circolazione"

(foto ARCHIVIO)

I ricorsi, promossi da Girgenti Acque, non sono passati. Quelle multe dovranno essere pagate. Sono ben 15 – perché non c’è stata alcuna riunione - le sentenze rese dal giudice di pace di Agrigento, negli scorsi giorni, che hanno dato ragione all’ufficio legale della polizia municipale.

I vigili urbani del comando di Agrigento effettuando una raffica di controlli – era la fine di gennaio del 2017 - lungo il territorio cittadino avevano scoperto 15 scavi differenti non a norma. Alla Girgenti Acque era stato, dunque, contestato d’aver effettuato “lavori edili non provvedendo a segnalare e delimitare l'area di cantiere e non adottando tutti gli accorgimenti necessari per la sicurezza e la fluidità della circolazione veicolare e pedonale”. Ogni verbale elevato, dalla polizia municipale, era stato di 862,60 euro.

Girgenti Acque, però, appunto ha fatto ricorso: si è rivolta, per ogni contestazione, al giudice di pace di Agrigento che s’è pronunciato per altrettante – quindici appunto – cause.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non passano i 15 ricorsi di Girgenti Acque, il giudice di pace: multe da pagare

AgrigentoNotizie è in caricamento