rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca

"Non insabbiarono esposto di un ristoratore", prosciolti dirigenti e funzionaria del Comune

Gli imputati erano Gaetano Greco, 58 anni; Antonino Insalaco, 48 anni, e Nicolina Sodano, 49 anni

Assoluzione e non doversi procedere: il giudice Alfonso Malato ha emesso nel pomeriggio il verdetto sui due tronconi del processo per una presunta omissione di atti di ufficio nella gestione di un esposto, indirizzato al Comune da un cittadino, nel quale si contestava a un ristorante alle spalle della via Atenea di non avere smaltito correttamente lo scarico dei fumi.

Lo stesso pm Paola Vetro, all'udienza precedente, aveva chiesto l'assoluzione per chi aveva chiesto il giudizio abbreviato e il non doversi procedere per la terza imputata che non aveva scelto riti alternativi.

Gli imputati erano Gaetano Greco, 58 anni, dirigente del settore Territorio e Ambiente del Comune di Agrigento; Antonino Insalaco, 48 anni, dirigente del settore Attività produttive, e Nicolina Sodano, 49 anni, funzionaria dello stesso ufficio. Greco e Insalaco (il primo difeso dall'avvocato Rosa Salvago) hanno scelto il giudizio abbreviato. Sodano (assistita dall'avvocato Daniela Posante) non aveva chiesto alcun rito alternativo.

I difensori, dopo la requisitoria del pm che aveva ritenuto chiariti i fatti per cui era stato chiesto il processo, si erano associati alle richieste della pubblica accusa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non insabbiarono esposto di un ristoratore", prosciolti dirigenti e funzionaria del Comune

AgrigentoNotizie è in caricamento