Cronaca Licata

"Non era in casa durante la notte", ventottenne arrestato per evasione

Il giovane era ai domiciliari dopo che lo scorso aprile finì nei guai per un furto in abitazione. Non è escluso, adesso, l'aggravamento della misura cautelare

Agli arresti domiciliari avrebbe dovuto restarci perché lo scorso aprile era stato arrestato, dalla polizia, per furto in abitazione. In realtà, durante un controllo dei carabinieri del nucleo Radiomobile della compagnia di Licata, che è coordinata dal capitano Francesco Lucarelli, quel ventottenne licatese da tutt’altra parte era, tranne che a casa. Il giovane è stato poi, infatti, sorpreso – sempre dai militari dell’Arma della compagnia di Licata – per strada ed è stato arrestato, era la notte di domenica, per evasione dagli arresti domiciliari.

Il ragazzo, secondo quanto è emerso ieri, non ha fornito alcuna giustificazione valida circa la sua presenza in strada di notte, né risultava essere stato autorizzato dall'autorità giudiziaria ad allontanarsi da casa. E’ scattato, appunto, l’arresto per evasione e su disposizione del sostituto procuratore di turno, che è stato subito avvisato e che ha riaperto un fascicolo a suo carico, il ventottenne è stato nuovamente collocato agli arresti domiciliari in attesa dell'udienza di convalida che si terrà al tribunale di Agrigento. Non ci sono ancora certezze istituzionali, ma non è escluso – si tratta della prassi del resto – che per il ventottenne licatese possa venire chiesto un aggravamento della misura cautelare e dunque, se arriverà questo provvedimento, rischia d’essere trasferito in qualche casa circondariale
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non era in casa durante la notte", ventottenne arrestato per evasione

AgrigentoNotizie è in caricamento