Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

Nuova società consortile idrica, verso il nuovo Cda: tra i candidati tanti i volti noti

Si voterà oggi alle 16, ci sono però diversi nomi che potrebbero riguardare soggetti vicini alla politica o con pregresse esperienze amministrative

(foto ARCHIVIO)

L'appello era stato lanciato, in modo un po' inascoltato, nei giorni scorsi dal Forum per l'acqua pubblica e dal movimento Intercopa: "Chiediamo ai sindaci che la scelta sia oculata e svincolata da qualsiasi pressione politica". La cosa finì sostanzialmente lì, e solo ora quella denuncia inizia a delineare i propri contorni. 

Oggi alle 16, infatti, l'Assemblea territoriale idrica si riunirà per scegliere tra i 18 nomi giunti in questi giorni per individuare la struttura che guiderà l'acqua pubblica in provincia, ma la lista dei nominativi circolava già stamattina nelle chat Whatsapp dei primi cittadini.

L'elenco, di cui Agrigentonotizie è venuto in possesso, non contiene le date di nascita e quindi non è possibile avere una certezza matematica rispetto all'individuazione dei soggetti coinvolti. Le omonimie - e le possibili parentele o appartenenze politiche - sono però statisticamente impressionanti sul totale, per quanto vada precisato che questo non solo non abbia refluenza alcuna sulla compentenza dei soggetti citati, ma nemmeno lede il loro eventuale diritto alla candidatura a ricorprire il ruolo in questione.

Andiamo in ordine sparso, partendo da Angelo Marino, stesso nome e cognome dell'ex videpresidente del Tre Sorgenti. Troviamo poi tale Giulio Castellino, stesso nome e cognome del sindaco di Palma di Montechiaro, Stefano, che era assurto all'onore delle polemiche per la nomina al Tre Sorgenti della cognata (spostata appunto con un Giulio Castellino), Jessica Lo Giudice.

Troviamo poi Alfonso Vassallo, stesso nome e cognome di un ex consigliere comunale di Agrigento in quota Di Mauro, poi avvicinatosi ad Italia Viva e Ferdinando Macedonio, stesso nome e cognome del fratello del compianto Pietro Macedonio. 

Ci sono poi Vincenzo Marinello, stesso nome e cognome dell'deputato regionale e già presidente di Sogeir e Settimio Cantone, stesso nome e cognome del già assessore e consigliere comunale, fratello dell'attuale vicepresidente di Siciliacque Carmelo (che è anche consigliere comunale) e soggetto politicamente vicino al sindaco Franco Micciché.

Meno noto il nome di Gerardino Castaldi, che nulla ha a che fare con la poltiica, ma che è presidente della società Luel, che ha redatto il piano d'ambito dell'Ati e quindi conosce diciamo " da dentro" le questioni agrigentine". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova società consortile idrica, verso il nuovo Cda: tra i candidati tanti i volti noti

AgrigentoNotizie è in caricamento