rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Nomine nel Cda del Parco, Palazzo dei Giganti dichiara guerra alla Regione

L'amministrazione ha deciso di ricorrere alle vie legali per ottenere l'annullamento del decreto dell'assessore regionale dei Beni culturali, Carlo Vermiglio

Non accenna a placarsi la guerra tra il Comune di Agrigento e la Regione Siciliana, dopo le nomine nel Consiglio di amministrazione del Parco archeologico della Valle dei Templi, che hanno visto l'amministrazione quasi tagliata fuori.

LEGGI ANCHE: NOMINE NEL CDA SENZA IL VOTO DEL COMUNE

Palazzo dei Giganti fa sul serio ed ha deciso di ricorrere alle vie legali per ottenere l'annullamento del decreto dell'assessore regionale dei Beni culturali, Carlo Vermiglio. Col provvedimento dello scorso marzo, la Regione ha escluso dal Cda il Comune, relegandolo a semplice partecipante al Consiglio con voto consultivo e non vincolante. 

Adesso è arrivata una determina del sindaco con cui si provvede a dare mandato agli uffici legali per impugnare ed annullare i decreti delle nomine, "per quanto né nell'atto in sé, né chiedendo specifici chiarimenti, - si legge sul quotidiano La Sicilia - si è riusciti a conoscere le motivazioni tecniche-giuridiche che consentirebbero a Palazzo dei Giganti di fare la 'voce grossa' con la Regione rispetto ad un Parco che, di certo, non è comunale". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nomine nel Cda del Parco, Palazzo dei Giganti dichiara guerra alla Regione

AgrigentoNotizie è in caricamento