rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

No alla riforma sui testimoni di giustizia, Cutrò: “Mancata approvazione? Fatto gravissimo”

Il presidente dell'associazione: "La politica seria sappia rimediare a quello che consideriamo un atto di tradimento nei nostri confronti"

"La mancata approvazione del disegno di legge di riforma dell'attuale programma di protezione sui testimoni di giustizia in commissione giustizia del Senato è un fatto di gravità inaudita". Queste le parole di Ignazio Cutrò, presidente della'associazione nazionale testimoni di Giustizia.

"Sulla pelle dei testimoni di giustizia  - dice Cutrò - è in atto uno scontro politico tra la maggioranza e Movimento democratico e progressita. Noi testimoni di giustizia,  siamo le vittime di questo scontro politico. Il testo - commenta Cutrò -  in esame alla commissione giustizia del Senato era stato fortemente promosso e sostenuto dalla associazione sin dai suoi primi passi in Commissione Parlamentare Antimafia. Pensare di modificare il testo di riforma dopo che era stato approvato alla unanimità alla Camera nel marzo 2017, significare gettare alle ortiche tutto il lavoro svolto sino ad adesso e quel che è peggio significa gettare nel panico le nostre famiglie già ampiamente vessate e minacciarte di ritorsioni dalla violenza e dalla prepotenza mafiosa. La politica seria - commenta Ignazio Cutrò - sappia rimediare a quello che consideriamo un atto di tradimento nei confronti dei testimoni di giustizia che con coraggio civile hanno testimoniato nei processi contro la criminalità organizzata di stampo mafioso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No alla riforma sui testimoni di giustizia, Cutrò: “Mancata approvazione? Fatto gravissimo”

AgrigentoNotizie è in caricamento