Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Assalto armato a nigeriano per sottrargli cellulare e portafogli, 27enne dal gup

Il secondo presunto autore della rapina sarà giudicato a parte, la vittima minacciata con una pistola

Il 2 marzo davanti al gup Stefano Zammuto: il ventisettenne Roberto Fragapane, arrestato insieme a Giuseppe Casà, 24 anni, con l'accusa di avere rapinato con una pistola un nigeriano al quale avrebbero sottratto un cellulare e un portafogli, sceglie il giudizio abbreviato.

La strategia processuale, del difensore, l'avvocato Davide Casà, era stata formalizzata in seguito alla decisione del giudice Luisa Turco che aveva accolto la richiesta del pubblico ministero Alessandra Russo, la quale riteneva che la prova fosse "evidente" e si potesse, quindi, saltare l'udienza preliminare. Adesso è stato fissato il processo.

Casà, invece, è già comparso davanti ai giudici della seconda sezione penale, presieduta da Wilma Angela Mazzara, per l'inizio del dibattimento. I due imputati, arrestati dalla squadra mobile tre settimane dopo la rapina, compiuta il 12 gennaio dell'anno scorso, hanno sempre negato i fatti dicendo che c'era stata una semplice colluttazione dopo aver chiesto al nigeriano se avesse dell'hashish. La vittima della rapina, avvenuta al Quadrivio, ha denunciato, invece, di essere stato avvicinato dai due ragazzi a bordo di un'auto, dalla quale sarebbe sceso uno dei due - secondo l'accusa Fragapane - mentre Casà lo avrebbe atteso al volante. La vittima sarebbe stata minacciata con una pistola, immobilizzata e rapinata. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto armato a nigeriano per sottrargli cellulare e portafogli, 27enne dal gup

AgrigentoNotizie è in caricamento