"Non dovrà versare 150mila euro al fisco", ricorso accolto per un artigiano

Secondo il giudice gli atti tributari devono essere notificati tramite Poste Italiane e non possono essere utilizzate poste private

Un artigiano di Menfi non dovrà versare al fisco 150mila euro. Ad accogliere il ricorso è stata la commissione tributaria regionale. Secondo quanto fa sapere l’edizione odierna del Giornale di Sicilia, “la notifica è valida solo dalle poste Italiane”. E’ questa la tesi sostenuta dal legale La Placa, tributista di Menfi. “Gli atti tributari, dunque, devono essere notificati tramite Poste Italiane - riferisce La Placa - e non possono essere utilizzate società di posta privata”. La Commissione tributaria regionale per la Sicilia, in riforma della sentenza emessa dalla commissione tributaria provinciale di Agrigento, ha annullato la comunicazione preventiva di ipoteca, del valore di 150mila euro. L’annullamento fa leva sulla notifica fatta tramite agenzia di posta private.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • Tornano a casa e la trovano occupata: scoppia il caos a Villaseta

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento