rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

No alla confisca dei beni di Calogero Falsone, fratello del boss Giuseppe

Il 53enne sta scontando una condanna di 13 anni e sei mesi di reclusione per il tentato omicidio di un pastore

E’ stata rigettata la richiesta di confisca dei beni avanzata dalla Dda di Palermo nei confronti del 53enne Calogero Falsone. L’uomo è il fratello del boss Giuseppe, ex capo della cosa nostra agrigentina.

La sezione misure di prevenzione del tribunale di Agrigento, presieduta dal giudice Alfonso Malato e da Gianfranca Claudia Infantino, Ornella Zelia Maimone, ha rigettato la richiesta che chiedeva la confisca di un terreno in contrada Collesalvetti a Licata.

Il posto è intestato all’ex compagna di Falsone. La richiesta avanzata dai magistrati è stata rispedita al mittente perché “nessun elemento nuovo è successivamente emerso nel corso del procedimento e che anzi è stato accertato il venir meno del rapporto coniugale con l’ex moglie Barbe Tewelde Ganat”.

Calogero Falsone, 53anni, sta scontando una condanna di 13 anni e sei mesi di reclusione per il tentato omicidio di un pastore. L’uomo è difeso dall’avvocato Angelo Porcello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No alla confisca dei beni di Calogero Falsone, fratello del boss Giuseppe

AgrigentoNotizie è in caricamento