Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Neve e ghiaccio, strade riaperte e vie pericolose: ecco qual è la situazione

Le gelate hanno danneggiato l'agricoltura. L'assessore regionale: "Parte da subito il censimento dei danni in maniera tale che si possa portare in Giunta la richiesta al ministero per le Politiche agricole di declaratoria dello stato di calamità"

Un tratto della statale 640

Sono tutte libere. Niente più neve, né ghiaccio lungo le principali strade statali che attraversano l'Agrigentino e che immettono verso altre province. L'emergenza viabilità - scatenatasi stamani dopo che in alcuni punti la neve è arrivata anche a 10 centimetri - è stata archiviata. Spalaneve e spargisale, in azione per l'intera giornata, hanno prodotto il risultato sperato: circolazione stradale libera e senza più alcun rischio. A monitorare, per l'intera giornata, tutte le statali Agrigentine è stata la polizia Stradale.

Dai 5 ai 10 centimetri di neve lungo le statali, è emergenza viabilità 

Si transita regolarmente, senza bisogno di avere le catene montate, a Lercara, sulla Fondovalle e verso Caltanissetta. Resta obbligatorio averle a bordo, sia per la Fondovalle, per l'A19 che per Lercara (non sono obbligatorie invece lungo la statale 640), ma non vanno più montate.

Scatta l'obbligo delle catene a bordo, ecco dove  

Strade interne

E’ tornata nuovamente transitabile, dopo ore di interventi, anche la strada provinciale 24 Cammarata-Santo Stefano Quisquina, completamente ricoperta dalla neve nelle ore notturne. Se per le statali ci ha pensato l'Anas, per ripristinare la viabilità delle strade provinciali si è invece mobilitato il personale del settore Infrastrutture stradali del Libero consorzio che, con uno spalaneve, ha rimosso neve e ghiaccio. "La strada è adesso percorribile dai veicoli sempre con prudenza e solo con catene montate o con pneumatici invernali, mentre è vietato il transito a tutti i veicoli a due ruote - hanno reso noto dall'ex Provincia regionale - . Particolare attenzione sarà necessaria nel tratto dal ristorante Filici in direzione Santo Stefano e, in genere, nei tratti più elevati del tracciato. Restano sotto costante monitoraggio tutte le strade del comprensorio montano, come la provinciale 20 Acquaviva-San Biagio Platani, mentre rimane valido il consiglio di mettersi in viaggio solo se strettamente necessario su tutte le altre strade interne, considerato che la neve caduta abbondante anche a quote più basse, come nei Comuni di Grotte e Racalmuto, potrebbe dar luogo, anche nelle prossime ore, a formazioni di ghiaccio - ha proseguito il Libero Consorzio - . In questi casi saranno effettuati controlli per valutare la necessità dello spargimento di sale sulle carreggiate". 

IL VIDEO. Strade ghiacciate e raffica di incidenti

Agricoltura in ginocchio 

Le gelate hanno danneggiato, pesantemente, l'agricoltura. Tanto da spingere la Regione a intervenire. "Abbiamo già allertato gli uffici e gli ispettorati provinciali per garantire e tutelare gli interessi degli agricoltori siciliani, ai quali esprimo la mia assoluta vicinanza", ha detto l'assessore regionale per l'Agricoltura, Edy Bandiera. La nevicata delle ultime ore è infatti il secondo evento eccezionale registrato in poche settimane. Agricoltura e la zootecnia siciliana hanno già dovuto fare i conti con l'ondata di maltempo di novembre. 

IL VIDEO. Scenario mozzafiato nell'hinterland Agrigentino 

"Parte da subito - spiega Bandiera - il censimento dei danni per valutarne e verificarne sia la perimetrazione che l'entità, in termini di percentuale sulla produzione lorda vendibile, in maniera tale che si possa portare in Giunta la richiesta al ministero per le Politiche agricole di declaratoria dello stato di calamità per le successive provvidenze che speriamo di ottenere. Gelo e neve che arrivano fino al mare sono un evento assolutamente straordinario, faremo leva su queste ragioni per tentare di superare il tema della non risarcibilità, nel caso dei danni non assicurabili".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve e ghiaccio, strade riaperte e vie pericolose: ecco qual è la situazione

AgrigentoNotizie è in caricamento