menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I cantonieri operano nelle zone colpite dal maltempo

I cantonieri operano nelle zone colpite dal maltempo

Neve anche a bassa quota, scuole chiuse nei Comuni montani

Firmata l'ordinanza di sospensione delle attività scolastiche a Cammarata, San Giovanni Gemini e Santo Stefano Quisquina. Permane il pericolo di slittamento, pertanto è obbligatorio l’uso di catene

Resteranno chiuse, per l'ennesimo giorno, le scuole di Cammarata, San Giovanni Gemini e Santo Stefano Quisquina. A deciderlo, dopo l'ennesima nevicata della notte, sono stati i sindaci. A Cammarata, l'ordinanza di sospensione delle attività scolastiche era stata firmata già ieri sera - tenendo in considerazione le previsioni meteo - dal sindaco Vincenzo Giambrone.

A Santo Stefano Quisquina, invece, il sindaco Francesco Cacciatore l'ha firmata stamani.

LEGGI ANCHE: Neve alta 15 centimetri sulle strade provinciali, anche ieri le scuole sono rimaste chiuse 

Neve anche a bassa quota, fra Canicattì, Racalmuto e Grotte. Ma questa volta è stata una sorta di "spolverata", non come per l'Epifania quando le bufere di neve si sono ripetute per tutto il giorno ed in alcuni punti di Racalmuto si è arrivati anche a 40 centimetri di neve.  

unnamed-1-92

Ha ripreso a nevicare nelle ore notturne, sulla n. 24-B S.Giovanni Gemini-Santo Stefano di Quisquina, vanificando il lavoro eseguito ieri dai cantonieri e mezzi del libero Consorzio per rendere transitabile questa importante via di comunicazione tra i due versanti opposti di Monte Cammarata. Stamani sono stati segnalati tra i 15 e i 20 cm di neve su quasi tutto il tragitto, che renderanno necessario un nuovo intervento per liberare la carreggiata con lo spalaneve e il successivo spargimento di sale per evitare la formazione di ghiaccio.

Permane il pericolo di slittamento, pertanto è obbligatorio l’uso di catene e consigliabile in ogni caso l’uso di veicoli con trazione integrale. Strada libera invece da San Giovanni Gemini sino al bivio Tumarrano, mentre non desta al momento preoccupazioni la neve caduta sulla SP n. 26-A Cammarata-Castronovo di Sicilia, sulla quale ieri era stato effettuato lo spargimento del sale.  

Neve e pioggia stanno mettendo dunque a dura prova l’organico del settore infrastrutture stradali, contestualmente impegnato nelle ultime operazioni di rimozione dei detriti da diverse strade provinciali del comparto orientale danneggiate dalle forti precipitazione dello scorso novembre. Una situazione che comunque viene attentamente monitorata, anche in previsione di un ulteriore peggioramento delle condizioni meteo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento