menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Licenziamento collettivo per i netturbini

Licenziamento collettivo per i netturbini

Licenziamenti collettivi alla Dedalo, la Confael: "Atto inconsulto"

Il segretario provinciale del sindacato Manlio Cardella: "Procedura attuata in un periodo in cui non si può scioperare"

E’ stato emanato oggi da parte della Dedalo Ambiente il licenziamento collettivo di 23 lavoratori. "Sarà un caso - commenta il segretario provinciale della Confael Manlio Cardella - che le procedure di licenziamento siano state avviate in concomitanza con il periodo di franchigia nel quale non è possibile effettuare scioperi, così come previsto?".

Il sindacalista aggiunge: "In dispregio alla rispettabilità delle istituzioni e manifestamente sordi al parere espresso dal tavolo tecnico dell’ispettorato del lavoro, il “sistema rifiuti” (ATO, SRR, COMUNI, CDA, COMMISSARI),  diffidandosi vicendevolmente, ha applicato il “metodo picone”, dal nome del presidente della SRR, che ha da sempre imposto procedure incomprensibilmente diverse per una medesima fattispecie di lavoratori".

Cardella conclude: "I sindaci dei comuni facenti parte dell’assemblea della SRR ATO4AGEST dovrebbero porre rimedio agli atti inconsulti posti in essere dagli attuali organi di gestione della Dedalo e della SRR".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento