rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Ferie arretrate e straordinario, nulla di fatto alla Srr: differenziata a rischio

I sindacati hanno chiesto ai propri iscritti, con risultati incerti, di postergare lo sciopero dello straordinario che dovrebbe iniziare lunedì

Sciopero dello straordinario, si, no, forse. Non ha portato a nulla di definito l'incontro tenutosi questa mattina, alla Srr Ag4, fra i rappresentanti sindacali degli operatori ecologici, quelli dell'amministrazione comunale di Agrigento, quelli della Srr Ag4 e delle imprese dell'Ati. Nel corso della riunione, tutte le parti hanno messo sul tavolo quelle che ritengono essere le proprie ragioni sulla gestione del servizio rifiuti ad Agrigento e hanno presentato alcune proposte per sbloccare l'empasse in cui si rischia di cadere da un giorno all'altro.

Ma nulla è stato definito visto che la situazione è oltremodo delicata e se da un lato l'amministrazione comunale si è aggiornata a lunedì mattina per un vertice tecnico a palazzo dei Giganti, dall'altro i sindacati hanno chiesto ai propri iscritti, con risultati incerti, di postergare lo sciopero dello straordinario che dovrebbe iniziare lunedì. Alcuni lavoratori si sono detti disposti ad aspettare l'esito dell'incontro di lunedì e aggiornarsi ad un altro incontro con i sindacati mentre altri non vogliono saperne di aspettare niente e nessuno.

Solo lunedì dunque, si saprà se Agrigento subirà un duro colpo alla raccolta differenziata o meno. Il lunedì si raccoglie l'umido di tre giorni e carta e cartone e come è noto agli operatori ecologici, quelli sopravvissuti ai tagli, non bastano le ore del contratto per completare la pulizia della città. E' lapalissiano, almeno dovrebbe esserlo, che se il servizio non viene ultimato, martedì oltre a plastica e metalli, si dovrà finire di raccogliere quanto rimasto in sospeso il giorno prima, e così via.

Cgil Fp, Fit Cisl e Uiltrasporti avevano indetto lo sciopero dello straordinario per protesta contro il blocco delle ferie e gli straordinari non ancora pagati.  “I lavoratori – hanno già spiegato i sindacalisti Enzo Iacono, Umberto Nero e Nino Stella – hanno accumulato oltre 60 giorni di ferie arretrate e si sono visti allungare i turni di lavoro per evitare che alcune zone della città rimanessero prive di servizio". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferie arretrate e straordinario, nulla di fatto alla Srr: differenziata a rischio

AgrigentoNotizie è in caricamento