menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un incendio che aveva interessato l'area

Un incendio che aveva interessato l'area

Necropoli Pezzino, dopo anni di abbandono si punta all'esproprio dell'area

Il terreno su cui sorge è ancora dei privati, per quanto vincolato. Decisivo il contributo del Parco archeologico

Necropoli "Pezzino", dopo anni via all'iter per l'esproprio delle aree. La zona che ospita la più grande delle necropoli dell'antica Akragas, e che è stata in larga parte "violentata" con la costruzione del viadotto Morandi, infatti, risultava unicamente vincolata ma mai consegnata al demanio regionale.

Una "ferita" che adesso il Parco archeologico, con il direttore Roberto Sciarratta, vuole cercare di risanare, provvedendo all'esproprio delle particelle agli attuali proprietari.

Necropoli Pezzino, il Parco pronto ad acquisire le aree

“Non vedo particolari difficoltà in tal senso - spiega Sciarratta –: trattandosi di terreni già vincolati, saranno somme non particolarmente rilevanti. Sull’ipotesi di un inserimento della necropoli all’interno di un percorso di visita? E’ difficile dirlo oggi, certamente una parte di essa sarà resa fruibile per il futuro a chi volesse recarsi lì”.

Necropoli Pezzino in stato di abbandono: ovunque erbacce e degrado

Attualmente l'area della necropoli è in stato di profondo abbandono, priva di manutenzione e di sorveglianza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento