rotate-mobile
Tribunale / Realmonte

Oltre 30 chili di cocaina nascosti nel bagagliaio, resta in carcere il 42enne di Realmonte

Disposta la custodia in cella per l’uomo che nei giorni scorsi era stato bloccato, nelle immediate vicinanze del centro urbano, dai poliziotti della Squadra Mobile e dell'ufficio Prevenzione generale e soccorso pubblico

Il gip Iacopo Mazzullo del tribunale di Agrigento ha convalidato l’arresto e disposto la custodia in carcere del 42enne di Realmonte Giuseppe Neri. L’uomo era finito in manette nei giorni scorsi dopo essere stato bloccato, nelle immediate vicinanze del centro urbano, dai poliziotti della Squadra Mobile e dell'ufficio Prevenzione generale e soccorso pubblico, con oltre 30 chili di cocaina nel bagagliaio dell’auto. Secondo gli investigatori il suo compito sarebbe quello del “corriere della droga”. La custodia in carcere era stata chiesta dal pubblico ministero Paola Vetro. L’uomo, difeso dall’avvocato Pasquale Tarallo, durante l’interrogatorio davanti al gip si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Camuffata come se fosse hashish e nascosta nel cofano della vettura: il sequestro di oltre 30 chili di cocaina e l'arresto del 42enne di Realmonte

Quel grosso quantitativo di droga, se immesso nel mercato, avrebbe potuto fruttare oltre 10 milioni di euro. L'investimento per comprare la cocaina, camuffata quasi come se fosse hashish, dovrebbe essere stato di oltre un milione di euro, forse un milione e 200mila euro. La cocaina era in delle scatole di cartone, celata all'interno del cofano. 


L'inchiesta sugli oltre 30 chili di cocaina purissima sequestrati, Vella: "Cosa Nostra arranca, ma certi mercati non muoiono perché non c'è più un player"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 30 chili di cocaina nascosti nel bagagliaio, resta in carcere il 42enne di Realmonte

AgrigentoNotizie è in caricamento