Il naufragio davanti l'isola dei Conigli: 5 i cadaveri recuperati, sono tutti di donne

Due minorenni tunisini non sono riusciti a trovare, fra i 149 superstiti, mamma e papà. Li hanno cercati, facendosi aiutare dalla polizia, all'hotspot dove i sopravvissuti sono stati portati, ma i genitori non sono tra i sopravvissuti. La Procura ha aperto un'inchiesta

FOTO ARCHIVIO

Ore 13,30. Sono cinque, e non sette come era stato comunicato in un primo momento, i cadaveri recuperati fino ad ora dalla Guardia costiera e dalla Guardia di finanza dopo il naufragio avvenuto ieri sera. I corpi privi di vita - tutti di donne - sono stati recuperati tre in mare dalla motovedetta della Guardia costiera CP 324 e altri due sono stati ritrovati a terra - uno a Cala Galera - dai militari della Guardia di finanza. A Lampedusa, di fatto, si stanno vivendo ore drammatiche e di grande caos, ore complicate dalle avverse condizioni meteo. A coordinare anche le operazioni di recupero delle salme è il procuratore aggiunto Salvatore Vella.

Intanto, emergono sempre più dettagli sulle operazioni di soccorso di ieri sera: oltre a due soccorritori marittimi "Rescue Swimmer" - con personale altamente specializzato - nell'intento di salvare i naufraghi si è lanciato in mare anche il direttore di macchina della motovedetta Cp 305 della Guardia Costiera. Gli equipaggi rimasti a bordo, si sono prodigati invece con ogni mezzo disponibile lanciando in mare salvagenti, galleggianti, parabordi e qualsiasi altra cosa potesse permettere ai naufraghi di aggrapparsi e rimanere a galla. Tra i primi a essere soccorsi anche un ipovedente che, a causa della sua condizione, è stato subito issato a bordo dai soccorritori.

Ore 11.54. La mamma e il papà non ci sono. Fra i 149 superstiti, del naufragio verificatosi ieri sera, mamma e papà non ci sono fra i sopravvissuti. Lo hanno dovuto constatare due minorenni che, nella ricerca all'hotspot di contrada Imbriacola, si sono fatti aiutare dalla polizia. I due minorenni, sotto choc, sono tunisini. 

Ore 10.40. Sono saliti a 7 i cadaveri ritrovati fino ad ora, fra spiaggia e mare, dopo il naufragio di ieri sera ad un miglio dall'isola dei Conigli di Lampedusa. Tutto il personale della Guardia costiera e della Guardia di finanza di Lampedusa è mobilitato da ieri pomeriggio. Le ricerche sono meticolose e capillari e vengono effettuate tanto via mare quanto via terra. 

La Procura di Agrigento ha aperto un fascicolo d'inchiesta per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, naufragio e omicidio colposo plurimo. Già da ieri sera, il procuratore aggiunto Salvatore Vella sta seguendo sistematicamente l'evolversi del caso e ha gestito prima la complessa macchina dei soccorsi dei naufraghi e oggi quella del recuperi delle salme che sono, al momento, sette.

Stamani, erano due i cadaveri recuperati. Il primo, recuperato a Cala Galera dalla Guardia di finanza, è quello di una donna. Il secondo è stato trovato a pochi metri di distanza e ancora non è stato possibile accertare il sesso.

Le salme saranno portate a braccia sul ripido e scosceso sentiero di circa 4 chilometri che collega Cala Galera con la strada. Le condizioni del mare non consentono alle imbarcazioni della Guardia Costiera di avvicinarsi a riva.

Barca carica di migranti si capovolge, 149 persone salvate: sfiorata la strage

La polizia scientifica della Questura di Agrigento è già operativa per eseguire gli accertamenti  sui cadaveri, come è accaduto nel naufragio del 7 ottobre. Le operazioni sono coordinate dal procuratore aggiunto di Agrigento Salvatore Vella. 

Gli "angeli del mare", nella pomeriggio di ieri, hanno tratto in salvo 149 persone. I soccorritori hanno agito durante il mare in tempesta. Sul posto, scattato l'allarme, si sono precipitate le motovedette della Capitaneria di porto, la Guardia costiera e la Guardia di finanza. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in viale Emporium, auto contro scooter: quattro feriti e un morto

  • Accusa un malore e si accascia, tragedia in città: muore un 35enne

  • La pistola illegale carica trovata nel negozio di Pelonero, tre indagati

  • Coronavirus, l'incubo non è finito: donna positiva al tampone

  • Il Coronavirus spaventa ancora, Musumeci e Razza: "Se contagi salgono si chiude"

  • Posti vacanti all'Asp, si cercano figure: Sos operatori socio sanitari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento