Domenica, 14 Luglio 2024
L’intervento in mare / Lampedusa e Linosa

Naufragio al largo di Lampedusa: salvati 44 migranti tra cui 2 donne incinte e 4 bambini

Sarebbe avvenuto tra le acque tunisine e Sar maltesi. In base alle testimonianze potrebbero esserci dei dispersi. Il gruppo è stato trasbordato da un peschereccio sulla nave militare Dattilo e successivamente su una motovedetta della Guardia costiera che è giunta al molo Favarolo

Ore 13:45. Sarebbero 44 i migranti saliti a bordo del peschereccio tunisino Hassil Salah che li avrebbe salvati. Tra loro figurano una donna incinta della Sierra Leone accompagnata da un uomo, un giovane della Costa d'Avorio, un’altra donna incinta del Camerun con un uomo e 4 bambini, un uomo della Sierra Leone con una donna e un bambino ed un nigeriano che sostiene di avere tra i dispersi la moglie e la figlia.

Sono stati poi trasbordati sulla nave militare Dattilo: raccontano di un naufragio verificatosi durante la notte nelle acque al confine fra la Tunisia e l'area Sar maltese. Ma i soccorritori della Dattilo, così come i militari delle motovedette della Capitaneria che si sono occupati delle evacuazioni mediche non hanno trovato, nel tratto di mare in cui sarebbe avvenuto il soccorso da parte del peschereccio, alcun riscontro: niente pezzi di barca o taniche galleggianti e niente vestiario o oggetti personali. Quelli che sembrano essere superstiti verranno ascoltati dai poliziotti della Squadra mobile che tenterà di fare chiarezza sull'accaduto. Si cercherà insomma di capire se il naufragio c'è stato veramente o se invece è stato tutto inscenato.

Quattordici di loro hanno concluso il loro viaggio a bordo della motovedetta Cp305 della Guardia costiera che è giunta al molo Favarolo di Lampedusa. Tra questi una donna del Benin. Alcuni dei migranti soccorsi dal peschereccio tunisino hanno raccontato di una carretta, con a bordo 44 persone, che si è all'improvviso inabissata. A loro dire ci sarebbero 5 persone che mancano all'appello. I 44 sono stati tutti trasbordati dal peschereccio tunisino alla nave militare Dattilo. E da questa poi è stata fatta, con la motovedetta Cp305 della Guardia costiera, un'evacuazione medica di 14 migranti che sono stati sottoposti a controlli sanitari. Con la motovedetta Cp327 è stata fatta invece un'altra evacuazione medica, sempre dalla Dattilo, di un uomo della Sierra Leone che ha problemi respiratori e che con un'autoambulanza è stato trasferito al poliambulatorio. 

(Aggiornato alle 13:45)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Naufragio al largo di Lampedusa: salvati 44 migranti tra cui 2 donne incinte e 4 bambini
AgrigentoNotizie è in caricamento