menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
FOTO ARCHIVIO

FOTO ARCHIVIO

Il naufragio davanti l'isola dei Conigli, si ascoltano i superstiti: "Eravamo 170 e siamo partiti dalla Libia"

Le ricerche dei dispersi - dovrebbero essere una quindicina ancora - sono al momento sospese a causa del maltempo: il mare mosso e il forte vento hanno impedito alle motovedette di uscire dal porto

I poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Agrigento stanno ascoltando i 149 superstiti del naufragio avvenuto sabato sera ad un miglio dall'isola dei Conigli a Lampedusa.

Il naufragio davanti l'isola dei Conigli: 5 i cadaveri recuperati, sono tutti di donne

I primi migranti sentiti hanno raccontato che il barcone, di 10 metri che si è rovesciato a causa delle onde altissime, era partito dalla Libia e che a bordo c'erano circa 170 persone. A coordinare l'inchiesta è il procuratore aggiunto Salvatore Vella che ieri ha aperto un fascicolo d'inchiesta per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, naufragio e omicidio colposo plurimo.

Barca carica di migranti si capovolge, 149 persone salvate: sfiorata la strage

Al momento sono 5 i cadaveri - tutti di donne - recuperati dalla Guardia costiera e dalla Guardia di finanza. Oggi le ricerche dei dispersi - dovrebbero essere una quindicina circa - sono sospese a causa del maltempo: il mare mosso e il vento forte hanno impedito alle motovedette di uscire dal porto.

Il racconto dei pescatori: "Abbiamo capito che le onde altissime avrebbero fatto capovolgere la barca"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giornali on line più letti, la classifica della piattaforma Similarweb

Attualità

Vaccinazione Covid, parte il servizio di prenotazione con Postamat

Attualità

Rifacimento della via Archeologica, consegnati i lavori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento