Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Musica e tradizione: nascono i "Cantastorie della legalità"

Ad ufficializzare l'iniziativa è stato il presidente provinciale dell'Aics Giuseppe Petix. I giovani artisti comporranno le "storie" in versi di lingua siciliana

È nato il gruppo di musica tradizionale “Cantastorie della Legalità” nelle sezioni cittadine dell’organizzazione Noi delle montagne Agrigentine.

Ad ufficializzare questa iniziativa culturale ed artistica è stato il presidente provinciale dell’Aics Giuseppe Petix. Da un anno diverse organizzazione si sono messe in gioco con temi importanti e la nascita del gruppo “Cantastorie della Legalità” si colloca nell'ambito delle attività svolte con il progetto “Legalità… un gioco da ragazzi”, finanziato dalla presidenza del Consiglio dei Ministri diffuso in tutte le scuole superiori della provincia, portato avanti dall’Aics, in collaborazione col Gruppo di Volontariato Vincenziano della Sicilia e con le Giubbe d’Italia di Cattolica Eraclea.

I giovani artisti comporranno le “storie” in versi di lingua siciliana, promuovendo sia la poesia, sia la tradizione linguistica e storica della Sicilia. Le storie cantate sono quelle delle vittime di mafia che hanno tristemente segnato la storia contemporanea della Sicilia. Queste storie, oltre che dalla recitazione, saranno descritte da illustrazioni pittoriche, eseguite dai maestri d’arte del progetto dell’Aics e dagli artisti dell’organizzazione Noi.

I "Cantastorie della Legalità" si esibiranno in questo mese a Realmonte e a San Giovanni Gemini, inseriti nell’organizzazione delle manifestazioni estive delle due amministrazioni comunali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musica e tradizione: nascono i "Cantastorie della legalità"

AgrigentoNotizie è in caricamento