rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Carabinieri / Canicattì

Carenze documentali e sanitarie nelle pescherie: scattano sanzioni e denuncia

I militari del Nas hanno ispezionato le attività di commercio all'ingrosso e al dettaglio ed elevato le contravvenzioni dopo avere riscontrato una serie di irregolarità

I carabinieri del Nas di Palermo hanno controllato alcune pescherie e rivendite all'ingrosso di prodotti ittici a Canicattì. In un negozio del centro cittadino, secondo quanto viene comunicato, sono stati riscontrati "l’omesso approntamento del documento di valutazione dei rischi riguardante la sicurezza e la salute dei lavoratori e l’assenza di idonei presidi antincendio e di estintori".

Per queste carenze di carattere amministrativo e penale, il proprietario dell’attività lavorativa, un trentacinquenne agrigentino, è stato denunciato, in stato di libertà, alla procura della Repubblica di Agrigento.

In un’altra rivendita, invece, il reparto specializzato dell’Arma ha rilevato lo svolgimento di attività di produzione gastronomica a base di pesce, senza avere proceduto all’aggiornamento della registrazione sanitaria. Al legale rappresentante dell'attività, un settantenne licatese, è stata elevata una sanzione amministrativa di 1.000 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenze documentali e sanitarie nelle pescherie: scattano sanzioni e denuncia

AgrigentoNotizie è in caricamento