menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Presi con trenta tonnellate di marijuana", in tre davanti al gup

Giudizio immediato per Carmelo Collana, 53 anni, dipendente comunale di Canicattì, e Pietro e Vincenzo Martini, palermitani di 19 e 21 anni

Oltre trenta tonnellate di marijuana, nascosti in un casolare e tra i filari di cachi: diecimila piantine di droga che avrebbero fruttato una fortuna sul mercato e il coinvolgimento di un impiegato del Comune. A distanza di sei mesi dall’operazione, i tre imputati finiscono dal gup.

Scoperta una centrale della droga, in manette anche insospettabile

Si tratta di Carmelo Collana, 53 anni, dipendente comunale di Canicattì, e di Pietro e Vincenzo Martini, palermitani di 19 e 21 anni. Al sequestro si era arrivati dopo un mese di indagini. Fondamentale anche l'uso di un drone che ha confermato la presenza della piantagione: il blitz dei carabinieri ha fatto il resto.

IL VIDEO. La droga avrebbe fruttato 15 milioni di euro

I tre imputati hanno saltato l’udienza preliminare perché la Procura ha chiesto, ottenendolo, il giudizio immediato. Subito dopo i difensori (gli avvocati Salvatore Manganello e Debora Speciale) hanno chiesto il rito abbreviato e, ieri mattina, è iniziato il processo davanti al giudice Luisa Turco. Agli atti del fascicolo, però, mancava la relazione sulla qualità della droga sequestrata ed è stato deciso un rinvio all’8 aprile. 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giornali on line più letti, la classifica della piattaforma Similarweb

Attualità

Solidarietà all'Arma dei carabinieri, bandiere a mezz'asta al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento